LA FIFA CAMBIA VOLTO, CARRARD NUOVO PRESIDENTE DEL COMITATO RIFORME

ULTIMO AGGIORNAMENTO 3:00

Prende forma la nuova Fifa dopo lo scandalo tangenti che ha portato alle dimissioni di Joseph Blatter, operative a fine anno. Lo svizzero François Carrard è stato, infatti, nominato presidente del Comitato per le riforme della massima federazione calcistica internazionale. Ex direttore generale del Comitato olimpico internazionale e noto avvocato svizzero, Carrard dice che “è vitale per il futuro del calcio mondiale ristabilire l’integrità e la reputazione del suo organo di governo. Come presidente indipendente, il mio obiettivo è quello di stilare un pacchetto di riforme credibile, lavorando con i rappresentanti del mondo del calcio e della società in generale”. A questo fine, ha proseguito, sarà costituito “un comitato consultivo indipendente, composto da elementi esterni al calcio, per sostenere il lavoro della Commissione e fornire un ulteriore livello di esperti indipendenti”.

La scelta di Carrard, precisa la Fifa, è arrivata dopo aver consultato le sei confederazioni affiliate, ognuna delle quali ha indicato due rappresentanti per il Comitato. “Pensiamo che Carrard sia la persona adatta a guidare questo processo di riforme – ha sottolineato Blatter -. Siamo fiduciosi che possa aiutare la Fifa a rafforzare le sue strutture di governance in maniera credibile e significativa. Anche i partner commerciali della Fifa svolgeranno un ruolo chiave nelle riforme, e discuteremo con loro il modo più produttivo per includere le loro opinioni”. Nei prossimi sei mesi, il Comitato elaborerà un pacchetto di riforme che saranno presentate prima del Congresso straordinario del 26 febbraio 2016, data in cui sarà eletto il nuovo presidente.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: [email protected]
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.