Il Napoli non delude, vola la Lazio, sorride il Milan

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:31

In attesa delle gare di Roma e Juventus, nella ventesima giornata di Serie A vincono Napoli, Lazio e Milan. Sorride anche il Torino del neoallenatore Mazzarri, che strapazza con un secco 3-0 il Bologna. Il Genoa al Marassi batte di misura il Sassuolo e lo aggancia in classifica, mentre l'altra genovese, la Sampdoria, cade a Benevento: per i giallorossi è la seconda vittoria – per altro consecutiva – stagionale.

Milan di misura

Al Meazza il Milan regola per uno a zero il Crotone allenato dall'ex bandiera interista Walter Zenga. Tante le occasioni create dai rossoneri, ma è solo grazie al primo acuto in stagione di capitan Bonucci, complice la disattenzione del portiere Cordaz, che la squadra di Gattuso riesce ad imporsi. Il Milan aggancia così Fiorentina e Udinese in classifica in zona Europa League, mentre supera l'Atalanta in attesa del confronto con la Roma all'Olimpico. Il Crotone resta terzultimo appaiato alla Spal.

Vola l'Aquila laziale

E proprio la squadra di Ferrara crolla tra le mura amiche contro una prorompente Lazio. Il finale è 5 a 2 per la squadra allenata da Inzaghi. Sugli scudi Immobile, autore di una quaterna. Il risultato non deve però trarre in inganno, la Spal è stata tutt'altro che arrendevole. I due gol li realizza Antenucci. Il primo è l'1-2 e il secondo è il 2-3. La squadra di Semplici ha provato anche a pareggiare, ma un super De Vrij ha negato la gioia a Paloschi. La Lazio sale momentaneamente al quarto posto, zona Champions League. Tra poco occhi puntati sui cugini romanisti, impegnati in casa contro l'Atalanta.

Napoli super

Sempre nei piani alti della Serie A, il Napoli continua a mantenere la vetta. Vince 2-0 in casa contro il Verona dell'ex Pecchia. Segnano Callejon e Koulibaly, tra le proteste degli scaligeri per un presunto fallo del difensore francese sul portiere Nicolas. È comunque stato un predominio degli azzurri, che hanno creato un gran numero di occasioni da gol. La squadra di Sarri si conferma quella da battere: vince e convince. Per non perderla di vista, la Juve stasera a Cagliari è costretta a vincere: attualmente è a quattro lunghezze dai partenopei.

La Befana sorride a Toro, Genoa e Benevento

Un ex allenatore del Napoli riporta il sorriso sotto la Mole, sponda granata. Il Torino di Walter Mazzarri regola con un perentorio 3-0 il Bologna di Donadoni. Segna De Silvestri nel primo tempo e, nella ripresa, Niang e Iago Falque. Torino a quota 28 punti, in piena lotta per un posto in Europa. Stesso obiettivo a cui punta la Sampdoria, che tuttavia oggi ha avuto una brusca frenata a Benevento. Perde 3-2 contro l'ultima in classifica. Nella prima frazione Caprari illude i blucerchiati, ma un baldo Benevento ribalta la gara nella ripresa, con gli acuti di bomber-Coda e un gran gol di Brignola. Nel recupero Kownacki riesce solo ad accorciare le distanze. La squadra di Giampaolo resta aggrappata all'Europa League con i suoi 30 punti, ma deve guardarsi alle spalle. Tira invece una boccata d'ossigeno l'altra squadra sotto la Lanterna: il Genoa di Ballardini batte 1-0 il Sassuolo al Marassi con un acuto di testa di Galabinov e lo raggiunge in classifica a quota 21, a sei lunghezze dalla zona retrocessione e in attesa del risultato del Cagliari stasera. Per i rossoblù record eguagliato: quarta partita di fila senza subire gol, non accadeva dal 1964.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.