GIRO D’ITALIA: MATTHEWS VINCE IN VOLATA, BRUTTA CADUTA PER POZZOVIVO

ULTIMO AGGIORNAMENTO 2:30

Si è conclusa con la vittoria in volata della maglia rosa Michael Matthews, la terza tappa del Giro d’Italia da Rapallo a Sestri Levante. Ora il campione detiene il primato in classifica. “Dopo la vittoria nella Cronometro a Squadre, oggi abbiamo raggiunto un altro grande obiettivo. Abbiamo fatto un sopralluogo della tappa la scorsa settimana e quindi sapevamo cosa ci aspettasse – ha commentato il vincente australiano della Orica GreenEdge – Siamo riusciti a mettere due miei compagni in fuga. La tappa era molto dura e ho cercato di arrivare ai piedi della salita finale davanti per risparmiare energia. Simon Gerrans ha lavorato a fondo per posizionarmi bene in volata. Il Giro d’Italia fino ad ora è un sogno che diventa realtà”.

Michael che ieri ha indossato la maglia rosa a Genova, ha preceduto sul traguardo Fabio Felline (Trek factory racing), secondo; il belga Philippe Gilbert (Bmc), terzo; il russo Sergey Lagutin (Team Katusha), quarto; Paolo Tiralongo (Astana), quinto. Al sesto posto Luca Paolini del Team Katusha. Sempre davanti la Saxo-Tinkoff, che accetta di buon grado la leadership di Alberto Contador, anche se in questo momento solo sulla carta. Nelle prime posizioni anche l’Astana di Fabio Aru, con lo scalatore sardo che per un attimo aveva addirittura dato l’impressione di voler fare la volata per la vittoria di tappa.

Sono stati 136 km  di strade molto impegnative, con salite e discese continue, più di 2300 metri di dislivello concentrati in circa 80-90 km. Protagonista purtroppo di una brutta caduta a 38 km dall’arrivo, l’italiano Domenico Pozzovivo, che ha perso aderenza con il terreno e ha sbattuto con violenza il volto sull’ asfalto: per tutti sono attimi di angoscia e terrore, ma i soccorsi arrivano velocissimi. Infatti in poco meno di dieci minuti l’ambulanza lo soccorre e lo trasporta  a Genova in ospedale. “Non è in pericolo di vita – fa sapere il dottor Massimo Branca – Non è intubato ed è sempre rimasto cosciente: ha un trauma cranico e un trauma facciale”. E’ il secondo episodio confuso di questo Giro d’Italia 2015: ieri a Genova a 10 chilometri dall’arrivo lungo Corso Italia un uomo  è entrato con la sua bicicletta a scatto fisso sul viale mentre passava il gruppo causando la caduta di numerosi corridori: Pieter Serry della Etixx è stato costretto al ritiro.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.