EUROBASKET 2015: FINISCE AI QUARTI IL SOGNO DELL’ITALIA DI PIANIGIANI

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:15

Termina ai quarti l’avventura europea degli azzurri di Pianigiani, fermati ancora una volta dalla Lituania che  non battono dal 2004. Slitta anche quest’anno l’opportunità di accedere alle semifinali in un torneo internazionale che l’Italia manca ormai da undici anni. Bella partita quella di ieri sera, combattuta fino alla fine ma ai tempi supplementari i baltici  sono riusciti a chiudere per 95 a 85. Ora alla nazionale rimane un’ultima possibilità per guadagnarsi l’accesso al torneo preolimpico: l’incontro di stasera contro la Repubblica Ceca.

“Abbiamo avuto buone opzioni per vincere il match prima del supplementare, dovevamo essere più cinici e segnare alcuni tiri aperti previsti dal piano partita. – ha commentato il commissario tecnico della nazionale Simone Pianigiani – Dovevamo segnarli non solo per i punti, ma anche per non rafforzare le certezze di una Lituania che stasera invece ha tirato col 61% da tre contro il nostro 29%. Poi siamo stati penalizzati da un tipo di gioco molto duro, fatto di contatti sporchi e maliziosi oltre ogni previsione”.

Frustrato anche Danilo Gallinari, che nel post-gara si è lasciato andare ad uno sfogo emotivo ai microfoni di Sky: “Mi sono rotto le palle di perdere. Non si giocano gli Europei tutti gli anni, questa era una grande occasione ed è andata. La differenza la fanno le piccole cose, loro sono stati bravi soprattutto al supplementare. – Ha continuato “il Gallo” senza cercare scuse – È stata una bella gara, ma alla fine loro sono stati più costanti, ora occorre dimenticare stasera e trovare energie per domani sapendo che tutti devono essere pronti, soprattutto chi non ha giocato oggi.”

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: [email protected]
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.