GIOVEDÌ 17 OTTOBRE 2019, 15:55, IN TERRIS

IL DRAMMA

Da Schaaf a Day: quando la tragedia è sul ring

Dalla morte dell'americano contro Primo Carnera fino al dramma di Chicago: quasi un secolo di interrogativi

DM
Facebook Twitter Copia Link Invia Scrivici
Guantoni da boxe
Guantoni da boxe
U

n grande ritorno trasformato in una tragedia. Quello del pugile Patrick Day è un dramma che lascia sconvolto il mondo dello sport, non solo quello della boxe. Perché è tutto il sistema sportivo a interrogarsi quando un giovane atleta perde la vita mentre pratica la propria disciplina, alla quale ha dedicato tempo, passione e sacrifici. Il boxeur americano, 27 anni, è morto dopo tre giorni di coma, dopo aver riportato una gravissima lesione cerebrale durante l'incontro con il connazionale Charles Conwell. Un gancio sinistro, terrificante, che ha mandato k.o. Day quando il match era arrivato al decimo round. E' apparso subito chiaro, però, come quello subito dal 27enne non fosse un semplice knockout tecnico: immediatamente soccorso, il giovane pugile è stato trasportato dalla Wintrust Arena di Chicago in ospedale, dove è stato sottoposto a un delicatissimo intervento chirurgico, insufficiente tuttavia a salvargli la vita.


I precedenti

A dare la notizia della morte di Pat è stato il promoter Lou DiBella, il quale ha ringraziato tutti per il sostegno mostrato al pugile e ai suoi familiari: "A nome della famiglia, della squadra di Patrick e delle persone a lui più vicine, siamo grati per le preghiere e le espressioni di sostegno e amore". C'è però un dramma di fondo che, ogni volta, torna a martoriare quanti vedono nella boxe uno sport che troppo espone i suoi atleti ai pericoli dati dai colpi subiti. Day, solo dall'inizio dell'anno, è già il quarto pugile a morire sul ring (prima di lui Maxim Dadashev, Hugo Santillan e Boris Stanchov) ma la storia del pugilato è piena di esempi tragici in tal senso, fin dagli albori della disciplina. Capitò anche all'ex campione del mondo Primo Carnera, nel 1933, di essere incolpevole spettatore, durante un incontro, della morte del suo rivale. Ernie Schaaf era tutt'altro che un pugile inesperto ma il dritto sinistro del gigante di Sequals lo portò a un coma dal quale non si riprese più, provocando nel futuro campione una seria forma di depressione. In realtà, su quel ring Schaaf non avrebbe dovuto salirci, date le sue condizioni date come estremamente precarie dopo un precedente incontro con un altro campione del mondo come Max Baer. E fu proprio il pugile di Omaha che, con uno dei suoi micidiali ganci, provocò involontariamente la morte di Frankie Campbell nell'agosto del '30.


Un dubbio insoluto

Ma anche in tempi più recenti l'attenzione sulla violenza della boxe è stata alta. Qualche regola, la Federazione provò a cambiarla dopo la tragedia di Angelo Jacopucci, deceduto dopo il match di Bellaria contro l'inglese Alan Minter nel 1978, probabilmente come conseguenza dei fortissimi colpi ricevuti. Più o meno quanto accadde a Fabrizio De Chiara nel 1996, dopo un incontro ad Avenza con Vincenzo Imparato. E sarebbe accaduto ancora, così come era già successo prima, per un totale tuttora indefinito di morti sul ring. Un dubbio atavico che, ogni volta, torna a dividere.

Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 


Scrivi il tuo commento


Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
Gaetano Micciché
SERIE A

Caos in Lega, Micciché si dimette

Il presidente, eletto nel marzo 2018, ha rassegnato le sue dimissioni: "Su di me indiscrezioni inaccettabili"
Palazzo Madama, sede del Senato
IL PUNTO

I nodi della politica

Presentati gli emendamenti alla Manovra, parte la discussione in Senato in vista dell’approvazione della legge di bilancio
Cesare Battisti
TERRORISMO

Cesare Battisti sconterà l’ergastolo

La decisione della Corte di Cassazione sul ricorso proposto dalla difesa dell’ex terrorista dei Pac
TARANTO

Ex Ilva, l’inchiesta continua

Perquisizioni della Guardia di Finanza a Taranto e Milano, mentre si cerca una soluzione politica. Mattarella incontra sindacati
Banco Alimentare
CONTRO LO SPRECO

“I fondi Ue sono fondamentali per aiutare i poveri”

Appello del Banco Alimentare: il numero degli indigenti è raddoppiato in Italia dall'inizio della crisi
Una sala bingo
REGGIO CALABRIA

Sequestrati beni alle cosche, c'è anche una sala bingo

I locali riconducibili a 4 imprenditori contigui alle principali 'ndrine reggine
Ingessatura
PALERMO

Falsi incidenti e "spaccaossa" per truffare le assicurazioni

Nove fermi e sequestro di beni al mandamento mafioso di Brancaccio
Minatori cinesi
SHANXI | CINA

Esplosione nella miniera di carbone: 15 morti

La fuga di gas all'interno di una galleria ha provocato anche 9 feriti, solo 11 i superstiti
Vigili del fuoco
LA MANIFESTAZIONE

I vigili del fuoco scendono in piazza

Il sindacato Conapo: chiediamo solo pari trattamento ma continuano a trattarci come un Corpo di serie B
Camera dei Deputati

Un Centro autonomo e alternativo

Dopo la fulminea irruzione di Matteo Renzi nella desertica area centrista, ecco che molti altri spingono da ogni parte...
Mike Pompeo
MEDIO ORIENTE

Gli Usa ci ripensano: "Legali le colonie israeliane"

Washington non ritiene più in violazione del diritto internazionale gli insediamenti in Cisgiordania
ArcelorMittal
EX ILVA

ArcelorMittal, passo indietro: l'altoforno resta acceso

L'azienda annuncia la sospensione dello spegnimento. E Conte si prepara a tornare al tavolo delle trattative