MERCOLEDÌ 13 MARZO 2019, 01:10, IN TERRIS


CHAMPIONS LEAGUE

CR7 ribalta l'Atletico, la Juve è ai quarti

Una tripletta del portoghese regala il passaggio del turno, eliminati Simeone e i Colchoneros

REDAZIONE
Facebook Twitter Copia Link Invia Scrivici
Juventus-Atletico Madrid 3-0. Cristiano Ronaldo festeggiato dai compagni di squadra
Juventus-Atletico Madrid 3-0. Cristiano Ronaldo festeggiato dai compagni di squadra
C

hi era CR7 lo sapevano tutti. E tutti sapevano anche che la Juventus lo aveva preso per questo, per essere la stella in grado di illuminare la via per l'Europa. Per vincere da solo serate come questa. La Juve l'impresa la fa: archivia la serata del Wanda Metropolitano nei file di posta indesiderata, sfodera il suo asso e manda a casa l'Atletico Madrid con una rimonta stratosferica. Allo Stadium finisce 3-0, con il tabellino che recita lo stesso nome. Un doppio nome: Cristiano Ronaldo da Funchal. Non solo lui, per carità. Quella di stasera è stata una prova corale da urlo, una partita da Juve vera, quella che non si era vista a Madrid e quella che regola i Colchoneros per approdare ai quarti con un altro spirito, quello di chi questa coppa vuole vincerla.


Moduli e tattica

Sì, Ronaldo la Juventus l'ha preso per questo, perché si esaltasse in partite come questa. Si partiva dallo 0-2 del Wanda e da una squadra chiamata all'impresa delle imprese contro una delle formazioni meglio attrezzate e, soprattutto, più rodate della Champions, in tutto e per tutto agli ordini del suo tecnico Simeone. Cristiano Ronaldo, certo, ma la vittoria l'ha costruita Allegri e non solo sul campo, visto che è rimasto impermeabile alle critiche e alle voci di un presunto fallimento se la Juventus non fosse riuscita a passare il turno. Il tecnico disegna il suo assetto all'italiana, piazzando Emre Can in mezzo con Spinazzola e Cancelo come esterni, chiedendo a Bernardeschi e Mandzukic di supportare CR7 in avanti. Funziona tutto bene e infatti i bianconeri passano alla mezz'ora, quando Ronaldo raccoglie un suggerimento di Bernardeschi sovrastando Juanfran di testa per l'1-0.


Man of the match

Il leitmotiv del match è sempre lo stesso: Juve a spingere, Atletico ad arrancare. Forse per questo dopo soli 3' dall'inizio della ripresa sbuca nuovamente Ronaldo, stavolta travolgendo Godin con la sua imperiosità e andando a staccare più in alto di lui quando è chiamato al colpo di testa da un cross di Joao Cancelo. La goal line technology interviene ma da il gol, fissando il punteggio sul 2-0 e in perfetta parità. L'Atletico però non c'è e la Juve ne approfitta. Anzi ne approfitta Bernardeschi che, lanciandosi in un'azione in solitaria, va a guadagnarsi un calcio di rigore, utile per far segnare ancora Ronaldo e per fargli portar via il pallone. E' 3-0 allo Stadium, l'esatto copione che i tifosi aspettavano. Quello già scritto, quando in  squadra hai CR7.

Spazio al lettore: per commentare questo articolo scrivi a direttore@interris.it

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
Biglia di Marco Pantani

Marco Pantani il campione

D  opo quindici anni di oblio, ecco che ritorna alle cronache una delle storie più cupe dello sport...
Basket
BASKET

Denuncia di una mamma: "Razzismo verso mio figlio"

Il 13enne sarebbe stato insultato dai genitori di una squadra avversaria a Milano
Pasta con le alici
LA RICETTA DEL WEEKEND

Pasta con le alici alla palermitana: estate batti un colpo

Sarà una ricetta siciliana a proiettarci, finalmente, verso la bella stagione?
Migranti in Italia

Scontro Onu-Viminale sui migranti

L'Organizzazione contro il Dl sicurezza: "Viola i diritti umani" Secca replica del Ministero dell'Interno
Fake news

Se ad alimentare la democrazia sono le fake

Un'indagine del quotidiano il Sole 24 ore, affronta il tema mai indagato dai media, del numero fasullo dei seguaci...
L'ultima cena (Andrea del Castagno)

Il punto di contatto fra umano e divino

Cosa ci dice Gesù nel Vangelo della quinta domenica di Pasqua