Corinna e quella lettera su Schumi: “Non si arrenderà”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:38

Non si sa con certezza quando sia stata scritta ma la sua divulgazione, arrivata ora e in modo improvviso, rompe per la prima volta il silenzio su una vicenda che, per quanti anni possano passare, continua a toccare i cuori di ognuno. Corinna Schumacher, moglie del campione Michael, ha scritto una lettera al musicista tedesco Sascha Herchenbach, ringraziandolo per “il suo regalo e la sua vicinanza in questo momento difficile”, affermando che “Michael è un combattente” e che “non si arrenderà”. Una missiva vergata a mano, come riconoscenza per la canzone Born to fight, dedicata proprio al fuoriclasse della Formula 1 che, ormai da 5 anni, lotta per la vita dopo il terribile incidente sugli sci avvenuto nel 2013 sulle piste di Meribel. La canzone risale al 2014 e, forse, la lettera potrebbe risalire a quei giorni o quantomeno poco dopo: la diffusione però è roba di qualche ora fa e, di fatto, è la prima dichiarazione “pubblica” di Corinna sulle condizioni del marito, in merito alle quali la famiglia ha finora mantenuto il più stretto riserbo, chiedendo a fan e media rispetto per la decisione di non divulgare notizie sul campione.

Il riserbo della famiglia

A raccontare della lettera è stato lo stesso Herchenbach, in un'intervista con il quotidiano tedesco Bunte. Di Schumacher, invece, al momento si sa poco: si troverebbe in Svizzera, nella sua casa di Gland, vicino Ginevra, assistito dalle cure dei suoi familiari e da uno staff di 15 medici nel suo percorso di riabilitazione. Dal suo trasferimento in casa dal centro di neuroscienze dell'ospedale di Losanna, di lui non si è più saputo nulla se non che il suo percorso riabilitativo sarebbe proseguito nella villa di Gland, e le parole di Corinna interrompono solo in parte la riservatezza che la famiglia di Schumi ha legittimamente scelto preservare. Resta il fatto che le brevi frasi indirizzate a Herchenbach sono comunque di incoraggiamento sulla forza d'animo del fuoriclasse tedesco che, in pista come nella vita, continua a lottare per vincere.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.