Ciclismo: Torinò ospiterà i prossimi Tricolori italiani

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:04

Torino, la prossima “Capitale Europea dello Sport”, è stata scelta dalla Federazione Ciclistica Italiana per ospitare il campionato italiano professionisti su strada e i campionati italiani per la categoria donne élite e juniores. Queste tre competizioni si disputeranno il prossimo 27 giugno 2015.

I corridori arriveranno sul piazzale della Basilica di Superga e la partenza della corsa riservata al campionato italiano professionisti sarà nella città sede dell’ Expo 2015 e nei prossimi giorni si definiranno i percorsi e i luoghi di partenza anche delle altre categorie. Così ha commentato questa grande iniziativa sportiva il sindaco di Torino, Piero Fassino: “Il già ricco calendario di manifestazioni sportive nazionali e internazionali si arricchisce con i Campionati Italiani su strada di ciclismo, competizioni che appassionano migliaia di sportivi in tutta Italia. Ancora una volta siamo stati premiati da una prestigiosa Federazione che ha creduto nelle capacità organizzative e di valorizzazione degli eventi sportivi che Torino sa mettere in campo. Dunque sono convinto che i Campionati Italiani di ciclismo saranno un successo, sia sotto l’aspetto del valore sportivo, sia per la capacità di attrarre molto pubblico. Aspettiamo a Torino gli amici ciclisti, gli appassionati, i tifosi delle due ruote”.

“La città di Torino è la Capitale Europea dello sport 2015 – ha dichiarato il presidente della Federazione Ciclistica Italiana Renato Di Rocco -. Essere parte attiva con uno degli eventi di maggior rilievo come il Campionato Italiano dei professionisti e delle donne è un valore aggiunto al nostro movimento, al territorio e agli atleti, grandi protagonisti. Ringrazio sentitamente il sindaco Piero Fassino e l’assessore allo sport Stefano Gallo per l’opportunità. Il ciclismo è sempre più il volano dell’Italia dei grandi eventi internazionali”.

 

 

 

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: [email protected]
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.