CICLISMO: SI FA TRAINARE DALL’AMMIRAGLIA, NIBALI SQUALIFICATO DALLA VUELTA DE ESPAÑA

ULTIMO AGGIORNAMENTO 18:00

È stato espulso dalla Vuelta a España ieri sera Vincenzo Nibali, la giuria ha espresso la sua decisione dopo il risultato della seconda tappa della corsa spagnola. L’atleta è stato ripreso mentre, dopo la caduta in massa che lo aveva coinvolto, si faceva trainare dall’auto ammiraglia della squadra, l’Astana, per recuperare terreno. Squalificato anche l’autista della vettura Alexander Shefer, e penalizzato con due giornate con una sola auto in gara anche il team.

Nel suo messaggio di scuse su Facebook, il ciclista si giustifica: “Quello che è successo oggi alla Vuelta succede in ogni gara ciò non deve dimostrare che non è sbagliato e devo restare impunito”. Non si aspettava una pena così severa, continua l’atleta siciliano “Alla fine tutto avrei pensato una multa salata da pagare ed una penalizzazione come si usa fare per restare fuori classifica!!! Avrei accettato anche una penalità di dieci minuti”.

Nibali punta il dito contro la sua squadra, accusandola di averlo abbandonato dopo l’incidente, e contro Caleb Ewan, ciclista dell’Orica-GreenEdge, per aver causato la caduta che ha lasciato diversi corridori feriti. È ora il colombiano Esteban Chaves a condurre la classifica generale dopo le due tappe della gara, che si concluderà il 13 settembre a Madrid.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: [email protected]
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.