MERCOLEDÌ 22 APRILE 2015, 003:00, IN TERRIS

CHAMPIONS: NEYMAR SI MANGIA IL PSG, IL BAYERN ANNIENTA IL PORTO

Due gol del brasiliano mettono ko i parigini. I tedeschi ne fanno 6 ai portoghesi

REDAZIONE
CHAMPIONS: NEYMAR SI MANGIA IL PSG, IL BAYERN ANNIENTA IL PORTO
CHAMPIONS: NEYMAR SI MANGIA IL PSG, IL BAYERN ANNIENTA IL PORTO
Alla fine passano le migliori: Bayern da una parte, Barcellona dall'altra. I blaugrana hanno la meglio nel big match col Psg, mentre i tedeschi portano a termine la rimonta sul Porto e poi lo annientano. All'Allianz Arena come da copione, sono i padroni di casa a fare la partita e si rendono subito pericolosi al 10' con il palo centrato in spaccata da Lewandowski dopo la respinta di Fabiano su Muller. Quattro minuti dopo, i padroni di casa sbloccano il risultato: cross al bacio di Bernat dalla sinistra per l'incornata vincente di Thiago Alcantara, già a segno all'andata. I lusitani soffrono terribilmente l'iniziativa dei campioni di Bundesliga e non riescono ad abbozzare una reazione. Altra musica sulla sponda Bayern, che al 22' trova il raddoppio: sul calcio d'angolo di Thiago Alcantara, Badstuber fa da torre per Boateng che svetta su Casemiro e di testa firma il 2-0. Il tris non si fa attendere e si concretizza con un'azione da scuola calcio: sul traversone di Lahm tocco di Muller per l'incornata in tuffo di Lewandowski e il Bayern ha già rovesciato il destino della doppia sfida a proprio favore (27').

Il Porto è stordito e subisce il poker: Thiago Alcantara assiste Muller, gran destro da fuori area che trafigge Fabiano con la deviazione complice di Martins Indi (36'). Non c'è partita, la differenza tra le due compagini a tratti è abissale: quattro minuti dopo, Muller scarica al centro dal fondo per Lewandowski che stoppa e con un rasoterra mancino firma il 5-0. Qualificazione in tasca per Guardiola con un tempo ancora da giocare, Lopetegui pare aver già issato bandiera bianca. I tedeschi non hanno alcuna intenzione nella ripresa di alzare i ritmi, anche se restano minacciosi: Gotze ci prova subito al volo di destro e sfiora il palo di pochissimo. Il Porto prova timidamente ad affacciarsi in avanti, ma senza riuscire ad incidere. Per i lusitani la rete della bandiera arriva al 28', siglata da Jackson Martinez che da due passi sfrutta al meglio il cross dalla destra di Herrera. E lo stesso colombiano, pochi minuti dopo, sfiora la doppietta con un gran spunto personale. Sfumato il pericolo, il Bayern torna in cattedra e spaventa Fabiano con un insidiosissimo destro di Lewandowski. La serata, amarissima, del Porto si arricchisce dell'espulsione nel finale di Marcano, reso di un brutto intervento su Thiago Alcantara. Finisce con la festa Bayern e Guardiola che vola in semifinale per la sesta volta di Champions consecutiva.

Al Camp Nou, invece, i blaugrana sbloccano la gara al 14' con un'azione strepitosa: Iniesta scatta da metà campo, supera Cavani e Verratti, mette in mezzo per Neymar che salta David Luiz e Sirigu ed insacca. Mazzata tremenda sulle speranza parigine di ribaltare il risultato. Pochi minuti dopo, Ibrahimovic batte in diagonale Ter Stegen ma la rete viene annullata per fuorigioco. Il Barça non è sazio e Messi tenta il sinistro al volo: palla alta. C'è quindi lavoro per Sirigu: il portiere azzurro sventa la gran conclusione da fuori di Dani Alves e si oppone al successivo tap in di Neymar. I padroni di casa giocano sul velluto, il Psg non riesce a reagire: Dani Alves si libera di Maxwell e pennella il cross dalla destra, Neymar può colpire in tutta libertà di testa firmando il 2-0 (34'). Cerca gloria anche Piqué, ma l'incornata del difensore non inquadra lo specchio.

Nell'intervallo Luis Enrique può concedersi il lusso di lasciare fuori Iniesta, autore di una prova maiuscola: dentro Xavi. Grande chance per il Psg con Verratti che spedisce a lato uno splendido assist di Ibrahimovic. Proprio lo svedese sfiora la rete con una gran conclusione dal limite respinta con i pugni da Ter Stegen. E' la prima conclusione del Psg nell'intera gara, per rendere l'idea. Poco dopo Luis Enrique fa rifiatare Suarez inserendo Pedro, nelle file dei francesi Cavani lascia spazio a Lavezzi e proprio il 'Pocho', servito da Ibrahimovic, impegna con un destro non irresistibile Ter Stegen. In pieno recupero Messi, servito da Pedro, sfiora il tris blaugrana sfiorando il palo con un sinistro da fuori area.
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
IMPRESA SFIORATA

Pordenone eroico: all'Inter servono i rigori

Nerazzurri bloccati sullo 0-0 ma ai quarti dopo i penalty. Gli ospiti di Serie C colpiscono anche un palo
Masiello esulta dopo il gol-vittoria
CALCIO | SERIE A

Genoa, Marassi stregato: l'Atalanta passa 1-2

Ilicic e Masiello ribaltano Bertolacci. Altro k.o. interno per il Grifone, il primo per Ballardini.
Corte costituzionale
LEGGE ELETTORALE

Rosatellum, la Corte costituzionale boccia i ricorsi

Palazzo della Consulta giudica "inammissibili i conflitti di attribuzione tra poteri dello Stato
L'esondazione dell'Enza a Lentigione (ph Reggionline)
MALTEMPO

Esonda la Parma, allagata la Reggia di Colorno

Trovato senza vita sotto una valanga l'ex sindaco di Vogogna
Il Presidente del Consiglio, Paolo Gentiloni
GENTILONI

"Il mancato accordo su Brexit è un pericolo per la Ue"

L'intervento del Premier al Senato in vista del prossimo Consiglio europeo di Bruxelles
Polizia di Stato
ASTI

Sequestrata e abusata per 24 ore: arrestati due tunisini

Polizia libera la donna trentenne. Indagato in concorso un terzo tunisino
La Reggia di Caserta
CROLLO NELLA SALA DELLE DAME

Reggia di Caserta: al via controlli intonaci e restauro soffitti

Il restauro del soffitto danneggiato dovrebbe essere ultimato entro al fine di gennaio 2018
Il Papa con alcuni migranti
CONVEGNO

Chiese unite contro la xenofobia

Da domani vertice ecumenico in Vaticano