CHAMPIONS LEAGUE, UN MAGICO FLORENZI FA SOGNARE LA ROMA

ULTIMO AGGIORNAMENTO 0:30
Davanti ad uno Stadio Olimpico gremito di tifosi, il Barcellona e la Roma regalano grandi emozioni. Dapprima Suarez, che al 21′ del primo tempo segna un gol in fuorigioco; dopo dieci minuti Florenzi esegue un tiro magistrale da 60 mt centrando la porta (così come fece una volta Maradona contro il Verona). Roma-Barcellona finisce 1-1 e alla fine il pubblico giallorosso esulta come se la squadra di casa avesse vinto. Troppa era la paura di ripetere la terribile figuraccia dell’anno scorso (il famoso 1-7) contro il Bayern. Invece questa volta, contro i campioni d’Europa, alla fine è andata più che bene.
Per Garcia arriva un punto che è una buona partenza per cercare di farsi strada in Europa. Due dati statistici chiariscono come sia andata la partita di ieri sera: il possesso di palla al 72% alla fine del primo tempo per il Barcellona, e i 722 passaggi effettuati dalla squadra di Luis Enrique contro i 229 dei giallorossi, nessuno dei quali a beneficio di Dzeko, oggi in campo ma del tutto assente, mai stato messo in condizione di rendersi pericoloso. La mancanza di rifornimenti per il suo centravanti, al quale servirebbero come il pane dei cross, è uno dei problemi che dovrà risolvere Garcia, mentre il Barca è quello di sempre. Manovra elegantemente con il suo tiki-taka fatto di continui passaggi che possono stordire gli avversari, in attesa dell’imbucata o della magia di uno dei tre fenomeni dell’attacco.
In campo ha dominato una sola squadra, ma non sempre nel calcio avere il pallone fra i piedi vuol dire essere incisivi; la Roma il suo punto se l’è guadagnato, riuscendo a chiudere gli spazi agli uomini oggi in maglia azzurra anziché blaugrana. Garcia fa i complimenti alla sua squadra ed elogia Florenzi: “Tatticamente abbiamo giocato benissimo, soprattutto difeso molto bene. Ognuno si è sacrificato: forse potevamo gestire meglio la palla ed essere più pericolosi in contropiede, ma sono molto contento dei ragazzi. È un risultato importante anche per le prossime gare. Se devo fare una menzione particolare, la faccio a Florenzi: ha fatto un gol incredibile”.
Il nuovo terzino della Roma ai microfoni di Mediaset Premium dimostra di avere non solo talento e grinta, ma anche tanta umiltà: “Non ho fatto danni… E’ stato un grande gol penso si sia visto, è una cosa che non ti capita sempre, mi sono messo le mani in faccia”. Alessandro Florenzi non nasconde l’emozione per il suo gol-gioiello e continua: “Siamo arrivati a un buon punto dell’Everest abbiamo fermato la squadra più forte del mondo, siamo stato lottatori, non abbiamo mai mollato, sempre uniti per fermare questa squadra. Siamo contenti e godiamoci questa serata e poi subito testa al Sassuolo”.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: [email protected]
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.