Champions League: Mertens e Jorginho stendono il Nizza, il Napoli ipoteca la qualificazione

ULTIMO AGGIORNAMENTO 0:40

Un Napoli straordinario domina la partita d’andata dei preliminari di Champions League. Davanti a un San Paolo pieno di cinquantacinquemila tifosi festanti, il team di Sarri affonda il Nizza grazie alle reti di Mertens, nel primo tempo, e Jorginho su rigore nella ripresa. Un risultato sul quale incide anche l’arbitro polacco Marciniak che concede un rigore per fallo su Mertens quasi certamente fuori area, prima, e lasciando in nove il Nizza, dopo.

Le formazioni

Il Napoli scende in campo con il tridente d’attacco formato da Mertens, Insigne e Callejon. Sarri conferma il 4-3-3- con Reina in porta; in difesa Hysaj, Albiol, Koulibaly e Ghoulam; a centrocampo Allan, Jorginho e Hamsik. Favre, privo di Balotelli e Sneijder, schiera una formazione difensiva, con Plea unica punta.

La partita

I ritmi della partiti sono alti fin dal fischio d’inizio, quando il Napoli si riversa nella metà campo avversaria costringendo il Nizza per lunghi tratti stare sulla difensiva. Al 7′ la prima grande occasione per i partenopei: assist dalla trequarti di Hamsik per la testa di Callejon, ma la palla finisce di poco alta sulla traversa. Saint-Maximin è l’unico francese che cerca di mettere in difficoltà gli azzurri con la sua velocità negli spazi. Al 13′ arriva il vantaggio del Napoli: Insigne innesca Mertens che scatta sul filo del fuorigioco e dopo aver superato in uscita il portiere insacca la palla in rete. Gli azzurri vanno poi subito vicino al raddoppio con Callejon, ma il portiere respinge. Poi è ancora Mertens a provarci dopo una serie di dribbling in area, ma il tiro è debole. Il Nizza poco dopo la mezzora sfiora il pari prima con un diagonale che finisce di poco a lato di Koziello, su assist di Jallet, e poi con un destro dal limite di Saint-Maximin. Il Napoli risponde con un destro dai venti metri di Insigne, ma Cardinale respinge.

La ripresa

Nel secondo tempo va in scena lo stesso copione della prima frazione di gioco. Napoli ancora con Mertens e Insigne, il quale, proprio su un tiro del belga respinto male da Cardinale, fallisce a porta vuota, in sospetto fuorigioco, il gol del raddoppio. Guizzo del Nizza con un tiro dal limite di Plea che finisce fuori di poco. Fuori Hamsik, in evidente difetto di condizione, dentro Zielinski. Al 60′ Mertens va vicino al raddoppio con un piatto destro da centro area che termina a lato. Souquet, nel tentativo di anticipare Callejon di testa, manda la palla contro la traversa della sua porta e per poco non segna un autogol. Ci prova ancora Insigne da fuori ma Cardinale è attento. Il raddoppio del Napoli arriva poco più tardi con Jorginho che trasforma un rigore concesso per un fallo, forse iniziato fuori area, ai danni di Mertens, che esce poco dopo. Al suo posto Milik. Al 75′ Insigne sfiora il 3-0 con un destro centrale da centro area. A dieci minuti dalla fine resta in nove per la doppia espulsione di Koziello e Plea: il primo per un fallo su Zielinski, il secondo per proteste. Nel finale il Napoli manca però il colpo del definitivo ko con Milik che si divora letteralmente a porta vuota il gol del 3-0 su assist di Callejon. Ritorno a Nizza il 22 agosto, dove alla squadra di Favre servirà un autentico miracolo, soprattutto se non dovessero recuperare Sneijder e Balotelli.

Mertens: “Il 2-0 è troppo poco”

“Oggi era un match molto importante, lo abbiamo detto, la squadra ha giocato e ha dato tutto. Lo stadio pieno è bellissimo. Secondo me il 2-0 è troppo poco, non è male ma se rivediamo la partita credo sia troppo poco, anche se in ottica match di ritorno non è male”. Dries Mertens, non felice al 100%, ai microfoni di Premium Sport, commenta così la vittoria sul Nizza. “C’era molto spazio alla fine, avremo potuto fare di più per la squadra – dice ancora il belga, anche oggi a segno -. Sono rimasto qui perché la squadra gioca un calcio molto bello e ci si possono togliere molte soddisfazioni. Qual è il mio vero ruolo? Io voglio giocare, e posso farlo con qualsiasi sistema. Nella nazionale del Belgio giochiamo con un modulo diverso, con due attaccanti dietro la prima punta”.

Le altre partite

Questi i risultati delle altre partite d’andata giocate il 16 agosto per i playoff di ammissione alla fase a gironi della Champions League:
Basaksehir (Tur) – Siviglia (Spa) 1-2;
Hapoel Beer-Sheva (Isr) – Maribor (Slo) 2-1;
Celtic (Sco) – Astana (Kaz) 5-0;
Olympiacos Pireo (Gre) – Rijeka (Cro) 2-1.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.