Champions ed Europa League: le sfide delle italiane

ULTIMO AGGIORNAMENTO 13:47

Possono farcela tutte, e questo è l'importante. Certo, se la Juventus avrà qualche più di qualche chance con il Lione, al Napoli toccherà forse la sfida più impegnativa, visto che dall'urna di Nyon sbuca fuori il Barcellona, che ha appena buttato fuori l'Inter. Va discretamente all'Atalanta che, contro il Valencia, potrà certamente giocarsela a viso aperto, un po' come fu con il Borussia Dortmund un paio d'anni fa in Europa League ma decisamente con maggiore esperienza nel bagaglio che l'accompagnerà al Mestalla. Del resto, in Champions nessuna partita è facile e, se una squadra arriva fra le top 16 d'Europa, evidentemente è perché ha meritato di arrivarci. Ecco perché il gioco delle figurine solitamente non funziona, se non sulla carta. E di esempi il calcio ne è pieno, anche in tempi recenti. Da qui, la possibilità per tutte di giocarsela fino in fondo, anche per il Napoli non brillantissimo degli ultimi tempi. Volendo restare sul tema delle variabili, ai bianconeri è andata piuttosto bene, nel senso che dall'urna avrebbero potuto venir fuori il Real Madrid, i vicecampioni del Tottenham e anche il Chelsea di Frank Lampard. Così come ai bergamaschi, che evitano le big ma che comunque hanno l'obbligo di non rallegrarsi troppo visto che il Valencia ha chiuso il proprio girone al primo posto, davanti proprio ai Blues e all'Ajax.

Grandi sfide

Difficile azzardare previsioni quando si tratta di Champions. Fatto sta che alla Juventus, che quest'anno più che mai punta a portarsi a casa l'unico trofeo che la porterebbe alla definitiva (ri)consacrazione internazionale, verrà richiesto di passare il turno contro il team di Rudi Garcia, comunque intriso di buone individualità (su tutte quelle di Memphis Depay, Lucas Tousart e Moussà Dembelé) e del solito gioco corale dell'ex tecnico della Roma, capace di passare il turno in un girone tutt'altro che semplice davanti a Benfica e Zenit San Pietroburgo. Discorso diverso per Atalanta e Napoli, con gli orobici che si troveranno di fronte una squadra che, pur in difficoltà in campionato, dispone di ottimi giocatori, come il bomber Rodrigo e il “dieci” Parejo. Agli Azzurri, invece, servirà la prestazione perfetta. Anzi, ne serviranno due visto che, tra andata e ritorno, dalla sfida col Barcellona ci sarà tutto da guadagnare. Di sicuro, ci sarà bisogno del vero Napoli, quello che dovrà necessariamente compattarsi attorno al suo nuovo tecnico e tirare fuori il gioco di squadra che lo ha contraddistinto nelle ultime stagioni. I sorteggi, comunque, hanno riservato match decisamente interessanti anche negli altri accoppiamenti: fra tutti, la supersfida tra Real Madrid e Manchester City e quella fra Chelsea e Bayern Monaco. Confronti aperti anche Borussia Dortmund-Psg, Atletico Madrid-Liverpool e Tottenham-Lipsia.

Le avversarie di Inter e Roma

Urne attive, a Nyon, anche per i sorteggi di Europa League, dove in corsa si trovano ancora l'Inter, declassata dalla Champions, e la Roma, seconda nel proprio girone alle spalle dell'Istanbul Basaksehir. Va tutto sommato bene a entrambe, con i nerazzurri che se la vedranno contro i bulgari del Ludogorets e i giallorossi contro i belgi del Gent. Per i capitolini si tratta di un revival della doppia sfida preliminare del 2009, quando incrociarono i De Buffalo's (allora allenati da Michel Preud'homme) nel terzo turno preliminare, ottenendo due vittorie (3-1 e 7-1). Due impegni comunque da non sottovalutare: la squadra belga ha infatti vinto il proprio girone davanti ai tedeschi del Wolfsburg e ai francesi del Saint-Etienne ed è decisamente un'altra squadra rispetto a quella affrontata undici anni fa, capace di vincere il campionato nel 2015 e, da allora, di stazionare abitualmente nelle prime posizioni della Pro League, centrando un ottavo di Champions alla sua prima partecipazione e un quarto di Europa League. Da tenere d'occhio anche il Ludogorets, che dispone di giocatori di buon talento come i bulgaro-brasiliani Wanderson e Marcelinho, oltre al bomber rumeno Keseru. Anche in Europa League, numerose sfide interessanti, come Wolverhampton-Espanyol, Shakhtar-Benfica e Olympiakos-Arsenal. Va discretamente allo United, che pesca i belgi del Bruges.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.