MERCOLEDÌ 15 APRILE 2015, 12:09, IN TERRIS

CAOS ROMA, I TIFOSI A PALLOTTA: "PRONTI A DISERTARE LO STADIO"

Un gruppo di ultras giallo rossi propone di non presentarsi allo stadio nella partita contro l'Atalanta

REDAZIONE
CAOS ROMA, I TIFOSI A PALLOTTA:
CAOS ROMA, I TIFOSI A PALLOTTA: "PRONTI A DISERTARE LO STADIO"
Proprio nella settimana in cui la Roma scivola al terzo posto, dietro ai cugini Laziali, continua il botta e risposta tra gli ultras giallo rossi e il presidente Pallotta. Dopo il provocante striscione a Trigoria infatti, la tifoseria organizzata passa dalle parole ai fatti, invitando tutti i tifosi degli altri settori, a disertare la prossima partita contro l'Atalanta, attraverso una nota spedita al sito Forzaroma.info, da un gruppo che si firma "Fucking Idiots Asr". Iniziativa che sarà portata avanti anche attraverso un volantino che verrà distribuito domenica fuori dallo stadio Olimpico. Nel caso non fosse sufficiente la Curva Sud è pronta a non presentarsi nelle prossime partite fino a fine stagione, abbandonando la società proprio nel momento più complicato che vede la squadra lottare per il secondo posto, valevole per l’accesso alla Champions League.
"Quando tuo padre era appena nato, noi eravamo a Campo Testaccio per un qualsiasi Roma-Dominante - si legge sulla nota -, quando ti emozionavi con i tuoi Boston Celtics, noi pareggiavamo 2-2 con l’Atalanta con doppietta di Pruzzo, mentre più tardi, quando tu urlavi per un tap-in, noi ci emozionavamo per la nostra Roma-Torino e piangevamo per la nostra Roma-Liverpool. A 53 anni sei diventato proprietario della nostra Roma e per prima cosa hai modificato lo stemma del 1927 facendo tante belle promesse a cui abbiamo creduto, se pur con l’occhio vigile Romano".



"Nel frattempo - continua lo scritto -, su tutti i campi, noi tifosi della Roma venivamo come sempre insultati con cori e striscioni, di cui mai ci siamo lamentati perché in fondo è il gioco delle parti ed il calcio non è quello sport con un canestro e un megaschermo che dice a dei giullari sugli spalti quando e come applaudire. Però ti sei permesso di dare dei 'fottuti idioti' a 14mila tifosi e di non tutelare chi anticipatamente ti ha pagato facendo il gioco dei moralisti del nuovo millennio (giornalisti, osservatori e leghe di varia natura) che da sempre fanno le pulci solo e soltanto alla Roma e ai suoi tifosi. È anche per questo che siamo arrabbiati con te, James, ed è per questo che per solidarietà con la Curva Sud a Roma-Atalanta resteremo fuori, invitando tutti i veri tifosi giallo rossi a fare altrettanto. Meglio essere fucking idiots che fucked idiots".

Mentre i giocatori tornano ad allenarsi, per la sfida di domenica, la società  sembra passare oltre, e non preoccuparsi più di tanto della "rabbia" dei tifosi, così apre oggi la campagna abbonamenti per la prossima stagione. Il club ritiene che i contestatori rappresentino la minoranza, ma dovrà aspettare, per capire realmente quanti saranno i prossimi iscritti.
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
Il Papa incontra Acr
AZIONE CATTOLICA RAGAZZI

Il Papa: "Fissate l'obiettivo sulle periferie"

Udienza del Pontefice ad Acr: "Siate buoni fotografi della realtà che vi circonda"
Il cardinale Camillo Ruini
BIOTESTAMENTO

Card. Ruini: “Così si apre all’eutanasia”

Il porporato intervistato su Repubblica
I coniugi Sherman
TORONTO

Trovato morto il "re" del farmaco generico

Le condoglianze del premier Trudeau
Paolo Gentiloni e Maria Elena Boschi in una foto d'archivio
BRUXELLES

Gentiloni difende il ministro Boschi

Il premier: "Ha chiarito, sarà candidata Pd"
Rahul Gandhi
INDIA

Rahul Gandhi è il leader del Partito del Congresso

Nipote di Indira, succede alla madre, l'italo-indiana Sonia
Il Muro del Pianto
GERUSALEMME

La Casa Bianca: "Il Muro del Pianto è parte di Israele"

Fonti dell'amministrazione: "Impensabile uno scenario diverso". Scontri e morti nella regione