GIOVEDÌ 10 SETTEMBRE 2015, 004:00, IN TERRIS

CALCIOPOLI, LA CASSAZIONE: "MOGGI PRINCIPE E IDEATORE DI UN'ASSOCIAZIONE A DELINQUERE"

A sei mesi di distanza dalla sentenza la Suprema Corte pubblica le motivazioni

REDAZIONE
CALCIOPOLI, LA CASSAZIONE:
CALCIOPOLI, LA CASSAZIONE: "MOGGI PRINCIPE E IDEATORE DI UN'ASSOCIAZIONE A DELINQUERE"
"Più che di potere si deve parlare di uno strapotere esteso anche agli ambienti giornalistici ed ai media televisivi che lo osannavano come una vera e propria autorità assoluta". Sono queste le parole che la Corte di Cassazione ha usato per descrivere le motivazioni della sentenza al processo di “Calciopoli”, che si è concluso il 23 marzo scorso con la prescrizione di gran parte dei reati per Luciano Moggi e gli altri imputati, condannati per frode sportiva ed associazione a delinquere.

“Un vero e proprio mondo sommerso – quello gestito dall’ex direttore generale della Juventus – la cui carica intrinseca di offensività degli interessi 'ultra individuali' è stata particolarmente intensa e tale da sconvolgere l'assetto del sistema calcio, fino a screditarlo in modo inimmaginabile e minarlo nelle sue fondamenta, con ovvie pesantissime ricadute economiche".

L’associazione a delinquere, continua la Cassazione, "era ampiamente strutturata e capillarmente diffusa nel territorio con la piena consapevolezza per i singoli partecipi, anche in posizione di vertice (come Moggi, il Pairetto o il Mazzini), di agire in vista del condizionamento degli arbitri attraverso la formazione delle griglie considerate quale primo segmento di una condotta fraudolenta”.

Un moggi visto dalla Suprema Corte come il "principe indiscusso" di Calciopoli, "l’ideatore di un sistema illecito di condizionamento delle gare del campionato 2004-2005 (e non solo di esse)", “con la poliedrica capacità di insinuarsi nei gangli vitali dell’organizzazione calcistica ufficiale” e una “incontroversa abilità di penetrazione e di condizionamento dei soggetti che si interfacciavano" con lui, esercitando il suo potere in maniera “aggressiva e minacciosa”.
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
Il Presidente del Consiglio, Paolo Gentiloni
GENTILONI

"Il mancato accordo su Brexit è un pericolo per la Ue"

L'intervento del Premier al Senato in vista del prossimo Consiglio europeo di Bruxelles
Polizia di Stato
ASTI

Sequestrata e abusata per 24 ore: arrestati due tunisini

Polizia libera la donna trentenne. Indagato in concorso un terzo tunisino
La Reggia di Caserta
CROLLO NELLA SALA DELLE DAME

Reggia di Caserta: al via controlli intonaci e restauro soffitti

Il restauro del soffitto danneggiato dovrebbe essere ultimato entro al fine di gennaio 2018
La chiesa di San Giorgio restaurata
PIANA DI NINIVE

Riconsacrata la chiesa di Tellskuf

Profanata e semidistrutta dall'Isis, è stata restaurata con i soldi raccolti da Acs
New York, il capolinea attaccato
ATTACCO A NEW YORK

Arriva la condanna del Bangladesh

Dacca: "Tolleranza zero con i terroristi". Ullah era giunto negli Usa nel 2011
La Bibbia su smartphone
GERMANIA

In un'App la nuova traduzione della Bibbia

La versione in tedesco della Sacra Scrittura è gratuita per iOs e Android
Piazza Fontana
STRAGE DI PIAZZA FONTANA| ANNIVERSARIO

Mattarella:
"Cercare la verità"

Il capo dello Stato ricorda le vittime dell'attentato che aprì la stagione degli "anni di Piombo"
La missione Apollo 11
NASA

Sono online i dialoghi delle missioni Apollo

Le storiche frasi degli astronauti si possono riascoltare grazie ad un software ideato dai ricercatori texani