GIOVEDÌ 09 LUGLIO 2015, 003:00, IN TERRIS

CALCIOMERCATO: DARMIAN-MANCHESTER, CI SIAMO

Accordo raggiunto con il Torino, l'azzurro volerà in Inghilterra per le visite mediche. Sprint Inter per Jovetic

REDAZIONE
CALCIOMERCATO: DARMIAN-MANCHESTER, CI SIAMO
CALCIOMERCATO: DARMIAN-MANCHESTER, CI SIAMO
Matteo Darmian sarà un giocatore del Manchester United. Il Torino avrebbe accettato l'ultima offerta dei Red Devils, che hanno messo sul piatto 18 milioni di euro più 2 di bonus. Il terzino azzurro è pronto a volare in Inghilterra per sostenere le visite mediche prima di iniziare la sua nuova avventura in uno dei club più prestigiosi al mondo. Restano da definire solo i dettagli economici del contratto che sarà un quadriennale. Gli inglesi hanno dunque battuto la concorrenza italiana. In pole position per Darmian c'era il Napoli che, tuttavia, non era disposto a chiudere alle cifre proposte dal Man Utd. Interessata era anche la Roma che, a questo punto, virerà su un altro nome per rinforzare la fascia destra. Il Torino ha già individuato in Jacopo Sala del Verona l'erede del nazionale italiano, reduce da un'ottima stagione.

Sempre sul fronte Italia-Inghilterra (stavolta in entrata) c'è da registrare l'improvvisa accelerata per Stevan Jovetic da parte dell'Inter. I nerazzurri avrebbero raggiunto con il Manchester City l'intesa per assicurarsi le prestazioni del fantasista montenegrino. Alla società di Mansour andrebbero subito 3 milioni di euro per il prestito oneroso più altri 15 a fine stagione per l'eventuale riscatto. Mancano da definire alcuni dettagli del contratto di Jovetic. L'Inter è fiduciosa ma non intende andare oltre questa settimana per chiudere.

La Juve è alla ricerca di un terzino e ha confermato l'interesse per Sime Vrsalijko del Sassuolo, che piace, però, anche al Napoli. "Sappiamo dell'interesse del Napoli, della Juventus e di squadre straniere - ha affermato il direttore generale del Sassuolo Giovanni Carnevali -. Al momento il discorso è fermo e l'intenzione è di tenerlo anche nella prossima stagione. Le parole del suo agente? A tutti piacerebe giocare in una squadra con il Napoli. Zapata? Sarebbe importante dopo l'addio di Zaza: valutiamo la situazione, di certo non abbiamo bisogno di fare cassa".
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
IMPRESA SFIORATA

Pordenone eroico: all'Inter servono i rigori

Nerazzurri bloccati sullo 0-0 ma ai quarti dopo i penalty. Gli ospiti di Serie C colpiscono anche un palo
Masiello esulta dopo il gol-vittoria
CALCIO | SERIE A

Genoa, Marassi stregato: l'Atalanta passa 1-2

Ilicic e Masiello ribaltano Bertolacci. Altro k.o. interno per il Grifone, il primo per Ballardini.
Corte costituzionale
LEGGE ELETTORALE

Rosatellum, la Corte costituzionale boccia i ricorsi

Palazzo della Consulta giudica "inammissibili i conflitti di attribuzione tra poteri dello Stato
L'esondazione dell'Enza a Lentigione (ph Reggionline)
MALTEMPO

Esonda la Parma, allagata la Reggia di Colorno

Trovato senza vita sotto una valanga l'ex sindaco di Vogogna
Il Presidente del Consiglio, Paolo Gentiloni
GENTILONI

"Il mancato accordo su Brexit è un pericolo per la Ue"

L'intervento del Premier al Senato in vista del prossimo Consiglio europeo di Bruxelles
Polizia di Stato
ASTI

Sequestrata e abusata per 24 ore: arrestati due tunisini

Polizia libera la donna trentenne. Indagato in concorso un terzo tunisino
La Reggia di Caserta
CROLLO NELLA SALA DELLE DAME

Reggia di Caserta: al via controlli intonaci e restauro soffitti

Il restauro del soffitto danneggiato dovrebbe essere ultimato entro al fine di gennaio 2018
Il Papa con alcuni migranti
CONVEGNO

Chiese unite contro la xenofobia

Da domani vertice ecumenico in Vaticano