Boxe: all'”Aiba Pro Boxing” di Bergamo vincono Ergov e Joyce

ULTIMO AGGIORNAMENTO 16:47

A Bergamo si sta svolgendo il secondo evento italiano dell’ “AIBA Pro Boxing” organizzato dalla FPI con la collaborazione della “Bergamo Boxe”. Tra i nostri connazionali spicca il nome di Clemente Tatanka Russo che gareggia per la categoria 91kg. Il campione del mondo 2013, che a Roma aveva superato l’ucraino Golovaschenko, si è trovato di fronte sul ring del centro sportivo “ItalCementi” il forte Sasha Egorov, che in quel del PalaTiziano aveva battuto l’algerino Bouloudinats.

L’Incontro tra il nostro Tatanka ed Egorov si è concluso con una vittoria di quest’ultimo per 2-0. Una sconfitta che non pregiudica le possibilità di Russo sia di arrivare alla finalissima di questa prima fase Pre Ranking APB, in programma il prossimo 30 gennaio a Catania, che di ottenere il pass per Rio 2016. Russo a Caserta dovrà vedersela con il tedesco Ahmatovic, che stasera ha perso con il Kazako Pinchuk.

Seconda sconfitta consecutiva invece per Domenico Valentino nella sua avventura APB valida per la categoria 60 Kg. Dopo aver perso lo scorso 24/10 contro il filippino Suarèz, stavolta è stato superato dal’iralndese Joyce, che si è imposto con il seguente punteggio 60-54; 60-54; 59 54. Nella terza giornata Valentino sfiderà il tedesco Bril, sconfitto 3-0 dal russo Polyianski. Questo il commento di Coach Giulio Coletta alla fine del match: “Valentino è partito male nella prima ripresa, ma dalla seconda in poi è andato in crescendo. Nei round centrali, dala seconda alla quarta, è stato migliore di Joyce, che a mio avviso doveva essere anche contato. Purtroppo alla quinta un colpo dell’irlandese gli ha aperto il sopracciglio, che ha iniziato a sanguinare. Lui è andato comunque avanti fino alla fine. Non pensavo avrebbero dato il 3-0 a favore di Joyce.”

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: [email protected]
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.