AL VIA GLI EUROPEI DI BASKET, ESORDIO DELL’ITALIA A BERLINO CONTRO LA TURCHIA

ULTIMO AGGIORNAMENTO 3:30

Tutto pronto per gli Europei di Basket 2015. Lo scorso 3 settembre il presidente della Croazia Kolinda Grabar-Kitarović e il presidente della Fiba Turgay Demire, hanno ufficialmente dichiarato l’apertura della gara continentale di pallacanestro che da oggi, fino al 10 settebre, giocherà in ben quattro stati diversi: Germania, dove a Berlino l’Italia scenderà in campo contro la Turchia, Francia, lettonia e Croazia. La parte finale della competizione, compresa la finale, si svolgerà a Lilla, al Pierre Mauroy Stadium, una struttura capace di ospitare ben 27.000 persone. All’inizio le gare si sarebbero dovute svolgere in ucrania, ma il 13 giugno dello scorso anno la Fiba Europe ha ufficializzato la revoca dell’organizzazione vista la delicata situazione politica e di sicurezza interna.

I pronostici danno la Francia come la squadra favorita, essendo la padrona di casa nella fase finale, grazie anche ai giocatori di alto livello che possiede, a cominciare dalla classe di Tony Parker fino a giungere al gran talento di veri campioni come Rudy Gobert, Nicolas Batum, Boris Diaw e Thomas Heurtel. Come evidenziato dalle quote dei bookmaker, seguono la Spagna, campione d’Europa uscente e la Serbia. L’Italia, fornita di giocatori del Nba come Belinelli, Bargnani e Gallinari, può aspirare al podio, divenendo la rivelazione di questa 39° edizione.

“Penso che la frustrazione in questo gruppo sia una costante -racconta l’azzurro Bargnani in un’intervista a Sky- deve essere una costante, perché deve servire come motivazione a crescere. È uno sport di squadra e penso che in Europa questo valga ancora di più, perché i vantaggi che, magari, hai individualmente, in Europa li puoi prendere solo insieme alla squadra, ci sono regole diverse e spazi diversi. Quindi, è la squadra che deve aiutare a prendere ogni piccolo vantaggio in campo, la chimica è ancora più fondamentale che in Nba, secondo me”.

“Io sono sicuramente un gran lavoratore – aggiunge il cestista del Nba-, senza dubbio. Mi sforzo da sempre per migliorare e cercare di andare avanti, nonostante gli infortuni, gli stop e le mille avversità. Vincere lo sento dentro come un bisogno. Quando sono arrivato in Nba pensavo molto di più a me, a segnare 20 punti e a pensare al mio. Questo pensiero è svanito lentamente, cerco sempre di continuare a migliorarmi. Però, giocare bene e perdere la partita mi lascia un senso di tristezza che nei primi anni non c’era”.

Le 24 squadre coinvolte nell’EuroBasket 2015 sono state suddivise in 4 gironi da sei, con le prime quattro che potranno accedere agli ottavi di finale in terra francese. Questi i gironi: Gruppo A (Montpellier, Francia): Francia, Finlandia, Bosnia ed Erzegovina, Polonia, Israele, Russia; Gruppo B (Berlino, Germania): Spagna, Serbia, Turchia, Italia, Germania, Islanda; Gruppo C (Zagabria, Croazia): Croazia, Slovenia, Grecia, Macedonia, Georgia, Olanda; Gruppo D (Riga, Lettonia): Lettonia, Estonia, Lituania, Ucraina, Repubblica Ceca, Belgio. La finalissima  si giocherà il 20 settembre.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: [email protected]
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.