Santa Fermina, esempio di fervente attività apostolica

ULTIMO AGGIORNAMENTO 0:10

Santa Fermina, vergine e martire, è nata a Roma e morta ad Amelia (Terni) nel 304 circa. E’ la figlia del prefetto di Roma Calpurnio Pisone.

Avvenimenti

  • All’età di 15 anni si converte al cristianesimo.
  • Si trasferisce a Civitavecchia, dove trova dimora in una grotta vicino al mare. Inizia un’intensa attività apostolica, soprattutto per la gente del porto. Svolge anche attività assistenziale verso i numerosi cristiani deportati in quella città a causa della loro fede.

Aneddoti

Durante il viaggio in mare da Ostia a Civitavecchia, Fermina, con la preghiera riesce a calmare le acque in tempesta. 

Morte

Si reca ad Amelia, dove viene coinvolta nella persecuzione contro i cristiani indetta da Diocleziano. Nonostante le pesanti torture, rimane fedele a Cristo. 

Tratto dal libro “I santi del giorno ci insegnano a vivere e a morire” di Luigi Luzi

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.