Ecco chi era Sant’Eucherio d’Orleans e perché venne esiliato

ULTIMO AGGIORNAMENTO 0:08

Sant’Eucherio d’Orleans, vescovo benedettino, nasce ad Orleans (Francia) nel 694 circa, muore a Saint-Trond (Belgio) il 20 febbraio 738. Proviene da un’importante famiglia merovingia. Riceve un’ottima istruzione.

Avvenimenti

  • Terminati gli studi, entra in monastero. A 25 anni è costretto a succedere allo zio Savarico nella sede episcopale di Orleans.
  • E’ un pastore pieno di benevolenza, ma anche di decisa fermezza verso coloro che usurpano i beni della Chiesa: questo gli crea frequenti opposizioni e molti nemici.
  • Viene calunniato davanti a Carlo Martello che gli annuncia l’imminente confisca dei beni della Chiesa per incamerarli nel patrimonio dello stato. Eucherio si oppone energicamente a questa decisione e per questo viene inviato nel monastero di Saint-Trond, dove rimane fino alla morte.

Morte

Muore santamente nel monastero di Saint-Trond presso Maastricht, dopo sei anni di esilio durante i quali non gli è permesso di tornare nella sua diocesi.

Tratto dal libro “I santi del giorno ci insegnano a vivere e a morire” di Luigi Luzi

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.