Dedicazione delle Basiliche dei Santi Pietro e Paolo Apostoli

ULTIMO AGGIORNAMENTO 0:07

Fin dal XII secolo sia nella basilica vaticana che nella basilica di San Paolo vengono celebrati gli anniversari delle rispettive dedicazioni. La basilica di San Pietro, fatta costruire dall’imperatore Costantino, viene consacrata da Papa Silvestro I nel 329. La basilica di san Paolo Fuori le Mura, posta a circa tre chilometri dalle Tre Fontane, dove san Paolo è stato decapitato, viene consacrata da papa Siricio.

In questo giorno vengono celebrati i due più importanti Apostoli di Gesù. La memoria odierna propone ai fedeli l’esempio di fede e martirio dei due santi Pietro e Paolo. Nel tempo le due basiliche sono state più volte ricostruite: quella di san Pietro durante il Rinascimento; quella di san Paolo, distrutta da un incendio, è stata riconsacrata da Pio IX nel 1854.

Quando Pio XII ha fatto fare degli scavi nella basilica vaticana, è stato ritrovato il sepolcro di Pietro. La basilica di san Pietro è nota per le grandi cerimonie che vengono svolte all’interno o nel piazzale antistante. Nella basilica di San Paolo Fuori le Mura papa Giovanni XXIII ha annunciato il concilio Vaticano II.  

Tratto dal libro “I santi del giorno ci insegnano a vivere e a morire” di Luigi Luzi

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: [email protected]
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.