Beato Raimondo da Capua: chi predisse la sua elezione a maestro generale dei Domenicani

ULTIMO AGGIORNAMENTO 0:08

Beato Raimondo da Capua, sacerdote domenicano, Capua (Caserta) 1330 ca. – Norimberga (Germania) 5 ottobre 1399. Proviene dalla famiglia Delle Vigne. Nel 1350, mentre studia diritto a Bologna, entra nell’Ordine Domenicano. Prima viene nominato superiore provinciale della Lombardia e poi ministro generale dei Domenicani.

Avvenimenti

  • Diventa l’ambasciatore di Santa Caterina da Siena presso il papa, confinato in esilio ad Avignone.
  • Oltre ad essere il primo è anche il più importante biografo di Caterina da Siena. Scrive, inoltre, una biografia di sant’Agnese da Montepulciano.
  • Cerca di riportare la Regola alla primitiva osservanza: per questo viene da taluni considerato il secondo fondatore.

Aneddoti

Caterina da Siena, su ispirazione della Vergine, lo sceglie come suo direttore spirituale e gli predice l’elezione a maestro generale dei Domenicani.

Spiritualità

Da vero e coerente riformatore, comincia col “riformare” se stesso, offrendo ai confratelli l’esempio di una vita in grande concordanza con la Regola domenicana.

Morte

Muore a Norimberga. Le sue spoglie mortali vengono traslate a Napoli, nella Chiesa di san Domenico Maggiore. E’ beatificato nel 1899.

Tratto dal libro “I santi del giorno ci insegnano a vivere e a morire” di Luigi Luzi

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.