Ricordiamoci che per i cristiani il matrimonio è un Sacramento

ULTIMO AGGIORNAMENTO 0:14

Caro direttore,

ho letto l’opinione di Guido Folloni sulle unioni civili che commentano anche quanto detto da Papa Francesco ultimamente e che ha creato molto scalpore… condivido a pieno il richiamo di Folloni all’importanza delle parole. Come diceva in un vecchio film Nanni Moretti “Le parole sono importanti” e non si può banalizzare, non si può parlare in modo approssimativo di questioni così importanti.

Lei dirige una testata in cui scrivono giornalisti e siete abituati, lo spero, a misurare le parole, a scegliere i termini più appropriati per non essere fraintesi e anche per non offendere nessuno. Ecco questa attenzione la dovremmo avere tutti. La lingua italiana è così ricca di vocaboli!!

Ed allora ben venga quanto scrive Folloni: il matrimonio cristiano è un Sacramento che si basa sull’unione di un uomo e una donna. In ambito civile è un contratto e in quanto tale può essere stipulato con chiunque. Ecco io credo che sia importante tenere a mente questa piccola distinzione quando si parla e si discute: ben venga infatti il dibattito, il confronto ci mancherebbe… ma nel rispetto. Chi crede in Dio, chi è cristiano, lo fa sulla base di una scelta libera di adesione. Chi non condivide o non crede non è obbligato a abbracciare certi valori, ma a rispettarli sì. Questo sì.

Luigi C.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: [email protected]
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.