Ma il problema dell’inquinamento non dipende solo dal combustibile

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:42
La Salerno - Reggio Calabria

In merito al vostro articolo “Emergenza smog” apparso in data odierna mi permetto di fare alcune osservazioni.

Il problema “inquinamento auto” non si risolve del tutto se si intende operare un “semplice” passaggio dal motore a combustione di carburante fossile (o anche idrogeno!) a quello elettrico. Rimarrebbero invariati tutti i problemi legati all’intasamento da auto private delle nostre città. La soluzione definitiva è quella di una drastica riduzione del numero dei veicoli circolanti nei grandi agglomerati urbani puntando sulla filosofia della condivisione (mezzi pubblici, car-sharing, taxi) e sull’uso di mezzi snelli di spostamento (dalla semplice bicicletta alle varie forme di mezzi a due/tre ruote elettrificati).

Una macchina a motore a idrogeno, come quella utilizzata da papa Francesco, se si continuasse a seguire il modello finora in auge di “un’auto per ciascuno“, non cambierebbe di molto il volto delle nostre città ove, già ora, vive gran parte degli esseri umani.

Pasquale De Sole

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.