La necessità di certezze

ULTIMO AGGIORNAMENTO 0:09

Reverendo don Aldo,

mi chiamo Annunziata e sono ormai un po’ in là con gli anni. Mi sono fatta aiutare da mia nipote per inviarle questi miei pensieri perché io con il computer non sono molto brava. Ho letto l’articolo “Sos vaccini: due settimane sono poche per programmare” del dott. Giacomo Galeazzi.

Quanta confusione con questi vaccini!!! Ci credo che nessuno – soprattutto quelli anziani come me – ha capito come funziona per poter fare il vaccino. Io sono rimasta un po’ male nello scoprire che ora, alla mia età, potrei fare Astrazeneca, nonostante tutti i problemi che ci sono stati. 

Sì, tutti continuano a dire che è più facile morire di Covid che per colpa del vaccino, ma è realmente così? Scusi questo sfogo di un’anziana signora che da oltre un anno non esce quasi più neanche per andare a fare la spesa. Come mi piacerebbe che i telegiornali la smettessero di parlare di tante sciocchezze e ci dessero delle informazioni vere, delle certezze su cui poter fare affidamento.

La ringrazio anticipatamente se vorrà pubblicare i pensieri di un’anziana come me. Con profonda stima, Assunta.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.