Le meravigliose storie di vita che arrivano da un mondo considerato “diverso”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 0:07
disabilità

Riportiamo il commento di una nostra lettrice all’articolo Paola Severini Melograni: “Ecco come la bontà salverà il mondo”, scritto dalla giornalista Milena Castigli. 

Buongiorno, grazie per averci raccontato di quel mondo diverso, un mondo pieno di storie meravigliose. Anche io, mi sono avvicinata perché qualcuno mi sottolineò che mio padre era un disabile. Mattia Moreni. Ho scoperto un mondo che prima non avevo ben considerato. Noto come le persone si allontanato appenda si dice “disabile” come voler cancellare la difficoltà, come non sanno approcciare il diverso.

Allego qui una frase che ho ritrovato dietro ad una foto di in quadro. Era il 1956. Era un disabile perché aveva una malformazione genetica alla mano destra. Era davvero un diversamente abile. Grazie Paola, di avermi ascoltato e spero di rivederti presto. Con affetto e buon lavoro.

Maria Francesca Moreni

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.