Aiutare gli anziani, non solo una buona azione ma esempio di amore verso il prossimo

ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:40

Reverendo don Aldo,

leggo con piacere il suo quotidiano da molto tempo, ma mai come oggi sono stata felice di ricevere via mail la vostra newsletter. Mi chiamo Angelica e da circa due anni non ho più con me la mia mamma. Mio papà, purtroppo, è deceduto quasi cinque anni fa. Se fossero ancora in vita avrebbero compiuto rispettivamente 82 e 85 anni.

Degli over 80, come vengono definiti oggi. Per questo leggo con piacere l’articolo del professor Rosario TrefilettiOver 80 e vaccini: scende in campo il progetto ‘Ti accompagno io’“. Ho condiviso con tutti i miei contatti questo articolo.

Trovo che questa iniziativa sia veramente lodevole e degna di nota, in quanto dedica un’attenzione speciale a tutte quelle persone che – un po’ in là con gli anni – non avrebbero altro modo per recarsi nei centri di vaccinazione. E’ davvero un bene tutelare i nostri anziani, sono la nostra memoria, le basi della nostra civiltà.

Grazie davvero per aver dato spazio a questo articolo. Un caro saluto.

Angelica R. (Roma)

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.