Una notizia che ti riguarda

ULTIMO AGGIORNAMENTO 0:01

Cari amici di In Terris, stiamo vivendo un momento difficile nel mondo e per tutti gli italiani. Non solo il perdurare della guerra in Ucraina sta creando un clima di paura e incertezza, ma i continui rincari del gas e dell’energia stanno mettendo in ginocchio tante famiglie e aziende. Anche In Terris risente pesantemente di questa situazione così critica.

Senza di te In Terris non potrà continuare a vivere! Purtroppo, se la situazione non migliorerà saremo costretti a concludere questa esperienza editoriale così tanto apprezzata. Questo si tradurrebbe con diversi giovani che si troverebbero senza un lavoro e quindi senza la possibilità di sostenersi in autonomia. Facciamo un appello a tutti voi, nostri cari e affezionati lettori, di sostenerci, ognuno nella misura che gli è possibile.

I costi di gestione per la nostra testata sono diventati quasi insostenibili, per questo lanciamo un appello ad ogni lettore e anche alle associazioni, alle fondazioni e alle imprese che ci leggono. Vi chiediamo di sceglierci anche per la vostra pubblicità.

Non abbiamo mai smesso di credere nel nostro lavoro. Questo aiuto concreto che potrete donarci, sosterrà In Terris nella sua missione: essere la voce di tutti, dei vicini e dei lontani, dei poveri e dei dimenticati dal mondo; dei giovani, che in questo momento così delicato hanno così bisogno di essere ascoltati e accompagnati per una crescita serena e per guardare al loro futuro con speranza; delle famiglie, acrobate del nostro tempo che devono fare veri e propri salti mortali per arrivare a fine mese; così come degli anziani, sempre più soli e spesso relegati ai margini della società.

Per questo, continuiamo a raccontarvi storie esclusive, ogni giorno, l’attualità, la cronaca, la politica, la vita della Chiesa e la società, con un occhio particolarmente attento a tutte le problematiche che affliggono le periferie delle nostre città e del mondo. Grazie per il tuo sostegno e il tuo contributo!

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.