MERCOLEDÌ 23 OTTOBRE 2019, 13:09, IN TERRIS

LA TESTIMONIANZA

Quel bivio tra giustizia e perdono

La testimonianza della madre di un detenuto raccontata da don Maurizio Patriciello

PADRE MAURIZIO PATRICIELLO
Facebook Twitter Copia Link Invia Scrivici
Un carcere
Un carcere
S

uo figlio è in un carcere. Anni fa si macchiò di un orribile omicidio. Lei, la mamma, non l’ ha mai abbandonato. Non conosco la donna che mi telefona e mi racconta la sua storia. Ha bisogno di parlare, di sfogarsi, di trovare un pizzico di conforto. La ringrazio. Davvero. Ciò che mi ha donato non è paragonabile a ciò che da me ha potuto ricevere. Una mamma addolorata oltre ogni immaginazione. Un mare di lacrime. Lacerata tra la sete di verità, di giustizia e il suo amore di mamma. Non tenta nemmeno per un attimo di giustificare il figlio. Per i genitori della vittima ha solo parole di comprensione, di affetto, di pietà. "Hanno ragione, padre, hanno solo ragione. Io mio figlio in carcere posso ancora vederlo, loro non potranno mai più riabbracciare il loro. Hanno ragione a pretendere per il condannato pene più severe. Ho chiesto diverse volte di poterli incontrare, per invocare perdono, per gettarmi ai loro piedi, per piangere insieme a loro. Non se la sentono, hanno ragione. Io però sto morendo. Sono mamma anch’io…". Una storia triste.

Gli anni di carcere per chi ha tolto la vita a un essere umano sono e saranno sempre pochi; la famiglia della vittima mai potrà essere adeguatamente risarcita. Purtroppo, indietro non si torna. Puoi solo pentirti, roderti dentro, tentare di rimediare in qualche modo, altro non puoi fare. “Non uccidere” è il comandamento antico. Non uccidere, ma ama, dona, servi è il comandamento nuovo. In genere, da parte della società, per la famiglia della vittima, giustamente, scatta una solidarietà spontanea; ma anche l’assassino ha una mamma, un papà, dei fratelli, dei figli. Persone innocenti, coinvolte, senza volerlo, senza responsabilità in una storia che anche a loro cambierà la vita. La signora che mi ha telefonato è sull’orlo della disperazione. Una donna di fede. Prega. Sente il peso perfino del desiderio – legittimo, umano, materno – di vedere accorciati gli anni di detenzione del figlio. Lo avverte come un peccato. "Non è giusto, padre, lo so… ma io sono sua mamma… che deve fare una mamma?". Già, che deve fare la mamma dell’assassino? Mi ritrovo a rispondere: "Ogni mamma deve fare la mamma. E continuare ad amare, accompagnare, sostenere il figlio. E pregare per lui, per la sua conversione. Tu, mamma, devi fare tutto ciò che la Giustizia ti consente di fare".

Non sempre ce ne rendiamo conto, eppure quante persone coinvolgiamo nelle nostre azioni. Quanta prudenza, quindi, dovremmo esercitare prima di proferire una parola, prendere una decisone, lasciarci andare a un atto di violenza fisica, psicologica, verbale. L’incontro telefonico con questa mamma affranta da un dolore che le stringe il cuore mi ha fatto riflettere su un aspetto tenuto in poco conto. Dietro un assassino tenuto giustamente in carcere, ci sono tante altre persone, innocenti, condannate alla sua stessa pena, che vivono alla sua ombra. Familiari che ripudiano l’azione obbrobriosa del loro caro, ma continuano ad amarlo. L’amore di questa mamma mi ricorda l’amore smisurato di Dio per ognuno di noi. Il Signore odia il peccato che è in noi ma continua ad amarci di un amore folle. I genitori e figli degli assassini. Un pizzico di umana pietà anche per loro. Sperando che le famiglie delle vittime coinvolte in storie come questa, possano, facendo uno sforzo sovrumano, concedere il perdono a chi lo chiede.

Indietro, purtroppo, non si torna. Occorre guardare avanti. E davanti, oltre alla giustizia che va per la sua strada, potrebbe essere imboccata la strada del perdono. Perdono che, dato e ricevuto, dona una forza immensa a tutti per continuare a vivere con più serenità. Come sarebbe bello se queste due mamme addolorate e stanche potessero incontrarsi. Il loro abbraccio potrebbe contribuire a sciogliere il ghiaccio che ad ambedue “da quel giorno” tiene congelato il cuore

Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 


Scrivi il tuo commento

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
Rovine a Idlib
LA TRAGEDIA

Siria, raid aerei sulle scuole di Idlib

Strage durante un bombardamento: almeno 25 vittime secondo StC, fra le quali una bimba di 9 anni
Giuseppe Conte e Luca Ceriscioli
CORONAVIRUS

Le Marche chiudono le scuole, il governo impugna l'ordinanza

Provvedimento firmato dal presidente Ceriscioli per via di un caso a Cattolica. Scontro fra Regione ed esecutivo
L'alto rappresentante per gli Affari esteri e la politica di sicurezza dell'Unione europea, Josep Borrell, durante una conferenza stampa a Bruxelles, febbraio 2020 - Foto © AP
BRUXELLES E TRIPOLI

Libia, l'ok dell'Ue alle prove di pace

Dopo le recenti tensioni fra governo e milizie locali, una piccola speranza alla vigilia dei colloqui
Attilio Fontana e Giuseppe Conte
L'EPIDEMIA

Coronavirus, appello all'unità dopo le tensioni

Conte critico sull'ospedale di Codogno, scatena l'ira della Lombardia. Poi l'invito alla calma. Fontana sul virus:...
Regno Unito
L'EPIDEMIA

Regno Unito, quarantena per chi arriva dal Nord Italia

Provveidmenti anche nei Paesi Bassi. Il Kuwait ferma il traffico aereo con il nostro Paese, stop alle gite da Croazia, Grecia e...
Un vigile del fuoco salva un koala dalla foresta in fiamme
SCIENZA

Australia, gli scienziati: "Incendi senza precedenti"

I dati choc su una rivista scientifica: la peggiore in 230 anni di storia coloniale
VITA

La preghiera a Maria che ha commosso tutta Palermo

Scritta nella notte davanti al reparto di Oncologia, racconta della rinascita di una donna dopo il cancro
Il Magic Bus dove Chris McCandless visse gli ultimi mesi della sua vita
LA DISAVVENTURA

Tentano di raggiungere il Magic Bus: tragedia sfiorata in Alaska

Cinque escursionisti italiani soccorsi dopo essersi smarriti sullo Stampede Road: tornavano dal bus di Into the Wild
L'EPIDEMIA

Coronavirus, in Iran altri 3 decessi: sale a 15 il bilancio delle vittime

L'ayatollah Yussef Sanei ha invitato a evitare le moschee nel nome della Sharia e del buon senso
Hosni Mubarak, ex presidente dell'Egitto, assiste a una cerimonia davanti al monumento del Milite Ignoto a Mosca, 2008 - Foto © Misha Japaridze per AP
EGITTO

È morto Mubarak, il leader deposto dalla Primavera Araba

Protagonista della ricrescita economica dell'Egitto, dal 2011 ebbe numerosi processi
Il Premier Conte all'arrivo presso la sede della Protezione CIvile
SUMMIT ALLA PROTEZIONE CIVILE

Conte sul Coronavirus: "No a drammatizzazioni o allarmismi"

Il Premier: "Protocollo condiviso con tutti per evitare di andare in ordine sparso"
Un frame della trasmissione Storie Italiane andata in onda il 25 febbraio - Foto © Rai
STORIE ITALIANE

Coronavirus, Don Buonaiuto: "La responsabilità miglior antidoto"

Ospite della trasmissione Rai, il sacerdote ha fatto appello alla solidarietà nell'emergenza. Forti le sue parole sul...
L'EPIDEMIA

Coronavirus, negli Usa vaccino sperimentale pronto per i test

La sperimentazione clinica dovrebbe iniziare entro la fine di aprile su circa 20-25 volontari sani
Dia
DDA REGGIO CALABRIA

'Ndrangheta: chiesto l'arresto per un senatore di Forza Italia

Legami con la cosca "Alvaro" di Sinopoli: 65 arresti tra cui un consigliere regionale
Migrante
AMERICA LATINA

Al via la campagna quaresimale della Fraternità 2020

Aiuto ai migranti, difesa della vita e riconciliazione nazionale i temi centrali
IMPRESE

Così l'Italia inventa vie d'uscita dalla crisi

Boom di brevetti industriali. Tre regioni creano il 60% delle innovazioni produttive di tutta Europa