MERCOLEDÌ 27 FEBBRAIO 2019, 12:58, IN TERRIS

METALLO KILLER

Protti: "L'amianto resta un problema irrisolto"

Ogni anno sono 1.500 le morti per mesoteliona

REDAZIONE
Facebook Twitter Copia Link Invia Scrivici
"L

a giornata di oggi testimonia come lo Sportello Amianto Nazionale, attraverso il suo costante impegno, sia riuscito finalmente ad unire politica ed enti per i cittadini. Le istituzioni nazionali preposte al controllo e alle strategie, come il Ministero della Salute, l'Istituto Superiore di Sanità e l'Inail, la politica e le parti sociali, hanno collaborato unitamente affinchè il problema ‘irrisolto’ dell’amianto trovi concrete risoluzioni da attuare su tutto il territorio italiano. Stato e Parti Sociali hanno segnato sicuramente ‘un punto’ a favore per la salute e tutela degli italiani”. Ad affermarlo il Presidente dello Sportello Amianto Nazionale, Fabrizio Protti, a margine del convegno: "Amianto: Malattia, Prevenzione, Previdenza, Stato e Parti Sociali insieme per risolvere”, svoltosi nella giornata di mercoledì 27 febbraio, presso la Camera dei Deputati.


Il convegno

Questo incontro per noi, come il precedente relativo alle mappature – ha proseguito Protti – é parte di un disegno ben preciso di costruzione di un sistema. Una prova del successo del format dello Sportello Amianto Nazionale, che tende ad unire per risolvere, per informare, per dare servizi concreti ai cittadini che nessuno avrebbe mai potuto pensare possibili, e che invece abbiamo reso concreti evidenziando quanto sono indispensabili per una comunicazione sistemica efficace ed accogliente, che determini soddisfazione per il cittadino e favorisca le strategie del legislatore tramite la conoscenza dei problemi dei territori".

Il presidente Protti ha poi fatto che per riuscire ad ottenere dei risultati concreti, è fondamentale scendere per strada a fianco dei cittadini, uscire dal mondo ovattato delle stanze del potere: "Da oltre due anni infatti lo Sportello Amianto Nazionale riesce, in maniera sistemica, ad unire e indirizzare le battaglie per gestire il rischio amianto nella giusta direzione, accogliendo i problemi e le istanze a supporto delle amministrazioni e ovviamente a favore dei cittadini. La prova di questo cambiamento è data anche dalla composizione della autorevole platea che ha partecipato all'incontro. Anche in questo caso siamo riusciti ad unire politici nazionali di tutti gli schieramenti, direttori generali di quasi tutte le Asl regionali, dirigenti nazionali degli enti sia clinici che di previdenza, responsabili della sicurezza di Roma Capitale e delle più grandi città italiane oltre che sindaci da tutta Italia, che sono usciti dalla sala con l'impegno di siglare accordi e protocolli di collaborazione con lo Sportello Amianto Nazionale".

Decisa anche la dichiarazione dell’onorevole Debora Serracchiani della XI Commissione Lavoro: "Dobbiamo rispondere a un appello che viene dalle associazioni e da tanti cittadini, e impegnarci subito, superando steccati di parte, per la riapertura dei termini per i benefici previdenziali, per tutti i lavoratori esposti all’amianto che non sono riusciti ad accedere alla legge 257/92. I casi di mesotelioma non riguardano solamente i lavoratori esposti in prima persona ma anche i coniugi e i figli: è una malattia i cui effetti ancora adesso non sappiamo quando si manifesteranno nella loro totalità. E qualunque quantificazione temporale facciamo, siamo comunque ancora lontani dall’avere una mappatura chiara del fenomeno".

Particolarmente soddisfatto anche Mario Murgia, vicepresidente nazionale di Aiea Onlus, Associazione Italiana Esposti Amianto che dichiara: “Mi auguro che venga potenziato il Cor del Renam e venga istituito il registro di tutte le malattie asbesto correlate, non solo per i mesoteliomi. Auspico altresì che vengano effettuate delle ricerche scientifiche con l’utilizzo dei micro RNA soprattutto nell’indagine dell’adenocarcinoma del polmone che è la patologia più frequente tra i lavoratori ex esposti. Spero inoltre che si imponga alle varie società che sono state causa di disastri ambientali e dell’insorgenza di patologie oncologiche, di bonificare il territorio e dare un contributo significativo per la sorveglianza sanitaria. Visto e considerato che i potenziali esposti sono 680.000 e di questi solo 30.000 sono stati avviati a sorveglianza sanitaria”.

 

Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 


Scrivi il tuo commento

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
Il giudice Paolo Adinolfi
DELITTO DELL'OSTIENSE

Giudice Adinolfi, il giallo della scomparsa

Il figlio Lorenzo: "Basta omertà, subito la riapertura delle indagini"
Filippo Magnini
NUOTO

Il Tas assolve Magnini: via la squalifica per doping

L'ex nuotatore, due volte campione del mondo, scagionato dalle accuse di tentato uso di sostanze dopanti
La nave da crociera Msc
CROCIERA MSC

Proteste a Cozumel per lo sbarco della nave Msc

L'ok del Messico dopo i "No" di Giamaica e isole Cayman per un caso di influenza a bordo
SUICIDIO ASSISTITO

Choc in Germania: per i giudici togliersi la vita è un diritto

La Corte Costituzionale ha deciso di annullare l'articolo 217 del Codice penale che vietava la possibilità alalle...
Edificio scolastico distrutto dalle bombe
SIRIA

Unicef: "Basta bombardare le scuole a Idlib"

Nell'attacco a 10 scuole sono stati uccisi 12 civili tra bambini e insegnanti
Incendio a Strasburgo
FRANCIA

Incendio in un edificio a Strasburgo: il bilancio

La polizia ha fermato due uomini per "verifiche" realtive al rogo
EMERGENZA SANITARIA

Coronavirus, il paradosso degli agriturismi

Sono le strutture ricettive più sicure perché lontane dagli affollamenti, eppure le prenotazioni si sono dimezzate...
CORONAVIRUS

Oms: "Per la prima volta più contagi all'estero che in Cina"

Sono 427 contro i 411 cinesi. Primi contagi in Danimarca, Romania ed Estonia
TERREMOTO

Sisma magnitudo 3 nel Golfo di Salerno: la situazione

Tremano anche le Eolie e la Calabria: al momeno non risultano danni a persone o cose
PER USCIRE DALLA CRISI

La ripresa affidata alle start up innovative

In Italia sta funzionando la modalità di costituzione digitale e gratuita delle nuove imprese con pratiche rapide ed...
Etichetta alimenatre

"Spesso buono oltre": la data di scadenza contro lo spreco alimentare

Lidl introduce la nuova etichetta che accompagnerà "Da consumare preferibilmente entro"
Roseto degli Abruzzi
CORONAVIRUS

Primo caso positivo in Abruzzo: è un turista brianzolo

La conferma del contagio arriverà solo con gli esiti del secondo esame dello Spallanzani
Anziano in ospedale
GERMANIA

Chiesa cattolica ed evangelica contro gli aiuti al suicidio

La sentenza Corte costituzionale riapre la possibilità della pubblicità suicidale
Il luogo della sparatoria
WISCONSIN | USA

Sparatoria a Milwaukee, 6 morti tra cui l'aggressore

L'uomo ha ucciso 5 dipendenti e si è suicidato. Trump: "Assassino cattivo"
Bimbo in strada in Giappone
CORONAVIRUS

Cina, decessi minimi da gennaio: ieri 29 morti

In Corea del Sud quasi 1600 contagi. Il Giappone chiude le scuole
Il neonato ricoperto dal padre di banconote
CATANIA E SIRACUSA

Mafia: chiuse 3 piazze di spaccio, 6 arresti

I proventi dello spaccio servivano a mantenere in carcere esponenti del clan Cappello-Bonaccorsi