GIOVEDÌ 16 FEBBRAIO 2017, 12:13, IN TERRIS

Perù: allarme povertà in 200 distretti, nonostante i ricchi giacimenti d'oro

Secondo il Ministero per l’Economia e le Finanze, la provincia di Pataz è la più povera del Paese

MILENA CASTIGLI
Perù: allarme povertà in 200 distretti, nonostante i ricchi giacimenti d'oro
Perù: allarme povertà in 200 distretti, nonostante i ricchi giacimenti d'oro
C'è troppa povertà in Perù, Stato dell'America meridionale affacciato sull'Oceano Pacifico e patria di antiche culture che vanno dalla civiltà Norte Chico all'Impero Inca. Lo Stato più grande dell'America precolombiana è anche uno dei più ricchi di giacimenti minerari, a partire dall'oro, ma anche di rame e argento; di questi due metalli infatti il Perù è il secondo esportatore al mondo. Abbondantemente presenti nel sottosuolo peruviano anche zinco, prodotti petroliferi, piombo, ferro, stagno, fosfati, carbone, vanadio, bismuto, guano, mercurio, antimonio, molibdeno, tungsteno e sale.

Se alla ricchezza mineraria aggiungiamo le bellezze naturalistiche (come il monte Huascarán che raggiunge i 6768 m, la Riserva di Paracas, Patrimonio Unesco come il centro storico della capitale Lima) e i molteplici reperti archeologici Inca (siti noti al mondo quali Machu Picchu), si potrebbe definire il Perù una nazione fiorente sotto tutti gli aspetti: economico, turistico, naturalistico. Ma così non è.

La provincia di Pataz - per esempio - situata nella regione di La Libertad che si affaccia sull'oceano, è una delle più povere del Paese, nonostante sia la provincia in cui si concentrano le maggiori compagnie minerarie che producono grandi quantità di oro, argento e minerali preziosi.

A lanciare l'allarme, il Ministero per l’Economia e le Finanze peruviano secondo le cui stime, 11 distretti su 13 di Pataz rientrano nella lista dei 200 distretti più poveri del Paese. In questa regione la povertà continua a ritardare il progresso di questa popolazione, circa un milione e mezzo di abitanti distribuiti principalmente lungo la costa.

Per tale motivo, le autorità municipali locali hanno rivolto un appello al Governo centrale di Lima e al Governo Regionale di La Libertad (che ha per capoluogo la città costiera di Trujillo, la seconda area metropolitana più popolosa in Perù) per avere supporto nella costruzione di strutture sanitarie, scolastiche e per lavori stradali che possano colmare il gap economico che incombe sulla popolazione locale.
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
I coniugi Sherman
TORONTO

Trovato morto il "re" del farmaco generico

Le condoglianze del premier Trudeau
Paolo Gentiloni e Maria Elena Boschi in una foto d'archivio
BRUXELLES

Gentiloni difende il ministro Boschi

Il premier: "Ha chiarito, sarà candidata Pd"
Il museo Must di Vimercate
MOSTRA

"Il Segno del '900": da Cezanne a Picasso, da Kandinskij a Fontana

Dal 16 dicembre 2017 all'11 marzo 2018 presso il Museo del territorio di Vimercate (MB)
Lo Sferisterio di Macerata
MACERATA OPERA FESTIVAL

Il Mof si tinge di "verde speranza"

Le opere: Flauto magico, Elisir d'Amore e Traviata degli specchi
Maria Elena Boschi

La solita storia

Gran rumore sulla vicenda di Maria Elena Boschi e del suo ‘interesse’ per la Banca Etruria di cui il suo...
Le chiese copte colpite dagli attentati la Domenica delle Palme
TERRORISMO | EGITTO

Timori per il Natale, alta protezione per le chiese

Il governo ha rafforzato le misure di sicurezza davanti a tutti i siti sensibili senza fare distinzioni