GIOVEDÌ 10 OTTOBRE 2019, 08:52, IN TERRIS

Oggi è la Giornata mondiale contro la pena di morte

Il focus di quest'anno è sui diritti dei bambini i cui genitori sono stati giustiziati

MILENA CASTIGLI
Facebook Twitter Copia Link Invia Scrivici
Sit-in contro la pena di morte
Sit-in contro la pena di morte
O

ggi si celebra in tutto il mondo la XVII Giornata mondiale contro la pena di morte, per ricordare come questa pratica inumana continui a far parte dell’ordinamento di molti paesi. La diciassettesima Giornata mondiale contro la pena di morte che si celebra ogni 10 ottobre, ha il suo focus quest'anno sui diritti dei bambini i cui genitori sono stati condannati a morte o giustiziati. "Spesso dimenticati, i figli di genitori condannati a morte o giustiziati portano un pesante carico emotivo e psicologico che può comportare una vera e propria violazione dei loro diritti". Lo denuncia Acat italia (Azione dei Cristiani contro la Tortura). "L'evento traumatico - si legge nella nota - può registrarsi in qualsiasi fase del percorso penale del genitore: arresto, processo, condanna, permanenze nel braccio della morte, data di esecuzione, esecuzione stessa e conseguenze successive. I cicli ripetuti di speranza e delusione che possono accompagnare tutte queste fasi possono avere un impatto a lungo termine, a volte anche nell'età adulta. La stigmatizzazione da parte della comunità in cui vive e la perdita di un genitore per mano dello stato, rafforzano la profonda instabilità nella vita quotidiana del bambino". Come Acat Italia, “invitiamo tutti a riflettere su queste tragedie private che hanno ripercussioni pesanti sulla vita di bambini e bambine e chiediamo all’Italia di continuare a portare avanti, come fatto finora, la battaglia per l’abolizionismo nel mondo insieme agli altri stati membri della Ue".


La pena di morte in cifre

Secondo l’ultimo rapporto globale di Amnesty International sulla pena di morte, nel 2018 si è toccato il livello più basso di esecuzioni dell’ultimo decennio, con una diminuzione complessiva del 31 per cento. Il numero delle esecuzioni rilevate da Amnesty International a livello globale è calato da 993 nel 2017 ad almeno 690 nel 2018, ovvero una diminuzione di quasi un terzo rispetto all’anno precedente. Emblematico il caso dell’Iran, dove dopo la modifica alla legislazione contro la droga, le esecuzioni sono diminuite del 50 per cento. Anche se il numero resta elevato, visto che si parla di almeno 253 esecuzioni, un terzo delle esecuzioni mondiali. A seguire la tendenza del calo ci sono poi paesi come Pakistan e Somalia. Un dato di per sé incoraggiante, ma che nasconde zone d’ombra piuttosto rilevanti. A partire dalla Cina, dove il numero delle esecuzioni continua a essere un segreto di Stato: un silenzio che porta gli esperti a pensare che si potrebbe essere nell’ordine di migliaia di pene, tra quelle comminate e quelle eseguite.

Ecco dei numero che fanno riflettere sulla pena di morte nel mondo:

• 106 paesi hanno abolito la pena di morte per tutti i crimini

• 8 paesi hanno abolito la pena di morte per reati ordinari

• 28 paesi sono abolizionisti di fatto

• 56 paesi mantengono la pena di morte

• 20 paesi hanno eseguito condanne a morte nel 2018

• Nel 2018, i primi 10 paesi boia sono stati: Cina, Iran, Arabia Saudita, Vietnam, Iraq, Egitto, Stati Uniti, Giappone, Pakistan e Singapore. Per maggiori info e per consultare il materiale informativo vai alla pagina della World coalition against the death penalty. E' possibile seguire la campagna suisocial media quali Facebook , Instagram e Twitter: #nodeathpenalty 

 

Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 


Scrivi il tuo commento


Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
Immagine di repertorio
IL CASO

Milano, il pm sospende il gioco horror

Per gli inquirenti, l'assenza di illuminazione avrebbe messo in pericolo i concorrenti
La statua d'arte indigena, oggetto di controversie, trasportata lungo via della Conciliazione durante la Via Crucis del 19 ottobre scorso - Foto © Andrew Medichini per AP
SINODO PER L'AMAZZONIA

Statue indigene in chiesa gettate nel Tevere. Per alcuni erano pagane

Continua il caso controverso sulle statue di arte indigena collocate in una chiesa durante il Sinodo
Scritta per Desirée sul portone dello stabile dove il suo corpo è stato ritrovato
ROMA

Morte di Desirée, in quattro a processo

La 16enne venne ritrovata priva di vita, un anno fa, in uno stabile abbandonato del quartiere di San Lorenzo
Il libro di don Aldo Buonaiuto,
SASSOFERRATO | ANCONA

Halloween: un viaggio nel mondo nell'occulto

L'incontro tenuto da don Aldo Buoniauto presso la parrocchia di san Facondino
Giuseppe Conte e Luigi Di Maio
GOVERNO

Manovra, bilaterali coi partiti: Conte prova a ricucire

Il premier incontra le forze di maggioranza per snodare i punti critici. E anche dall'Ue arriva una missiva per chiedere...
L'incendio e i danni al tetto della struttura storica
TORINO

In fiamme la Cavallerizza Reale, patrimonio Unesco

Appendino: "Il tema oggi non è l’occupazione ma che la Cavallerizza così non può stare"
Immagine di repertorio
NUOVI MERCATI

La tecnologia rilancia l'impresa, ma mancano 45 mila tecnici digitali

In agosto recupero della produzione industriale. Richieste nuove competenze e nel weekend 100 mila visitatori a Roma alla fiera...
La merce sequestrata
SALERNO

Contrabbando di tabacchi: 12 arresti

Sospeso il reddito di cittadinanza a cinque dei fermati
Strade allagate
ALLERTA METEO

Nubifragio a Milano, città allagata

Il fiume Seveso è vicino all'esondazione, sotto osservazione anche il Lambro
Pini domestici
EMERGENZA ECOLOGICA

Piano del Campidoglio per le periferie green

In Italia 31 metri quadri di verde a cittadino. Piantare alberi è tra gli obiettivi dell’Agenda 2030 per lo sviluppo...
Sampdoria-Roma 0-0. Nicolò Zaniolo contrastato da Bertolacci - Foto © Twitter
SERIE A

Ranieri, buona la prima: la Roma sbatte sulla Samp

Pareggio a reti bianche a Marassi. Il Genoa crolla col Parma, l'Inter soffre ma stende il Sassuolo
Maker Faire Rome
SVILUPPO

Enea, verdure spaziali e hi-tech anti-zanzare

Alla rassegna romana degli inventori 4.0 le ultime scoperte dell’ente pubblico di ricerca