LUNEDÌ 21 NOVEMBRE 2016, 002:50, IN TERRIS

Nigeria, tassi di malnutrizione vertiginosi nel Borno. Msf: "A rischio un'intera generazione"

E' allarme nella regione martoriata da Boko Haram: senza cibo e vaccini, mortalità infantile alle stelle

REDAZIONE
Nigeria, tassi di malnutrizione vertiginosi nel Borno. Msf:
Nigeria, tassi di malnutrizione vertiginosi nel Borno. Msf: "A rischio un'intera generazione"
Una crisi di malnutrizione così grave da annientare un'intera generazione: l'allarme lanciato da Medici senza frontiere sulla condizione vissuta nello Stato del Borno, in Nigeria, assume i contorni della tragedia. Nella regione martoriata, ormai da anni, dalle violenze del movimento fondamentalista islamico di Boko Haram, i tassi di denutrizione hanno toccato vertici impressionanti, andando ben al di là delle soglie di emergenza finora registrate. Un dato che, inevitabilmente, si è ripercosso sui soggetti più deboli, in particolare i bambini nella fascia d'età compresa fino ai 5 anni.

Le indagini effettuate da Msf, hanno preso in esame due tra gli undici campi per rifugiati situati nella città di Maiduguri: Muna Garage e Custom House. In entrambi, il tasso di malnutrizione tra i più giovani, nel periodo compreso tra maggio e ottobre 2016, va ben oltre la soglia del 50%. Di conseguenza, la mortalità infantile ha raggiunto picchi vertiginosi: stando ai numeri forniti, ogni giorno, all'interno dei due campi, muoiono rispettivamente 5 e 8 bambini sui 10 mila presenti, una percentuale di 4 volte superiore a quella considerata come stato di emergenza.

Un dramma di dimensioni storiche, poiché di fatto, nel Borno, un'intera generazione rischia di scomparire. Uno scenario ancor più grave se si considera che, i campi presi in esame, rientrano nella categoria degli accessibili e, al loro interno, sono già presenti organizzazioni umanitarie impegnate all'assistenza dei rifugiati: "Nello Stato di Borno - come spiegato dal presidente internazionale di Msf, Joanne Liu, recentemente in visita in Nigeria - l’assenza di bambini è una costante in ogni luogo che ho visitato. È come se fossero scomparsi. È una situazione catastrofica, di cui non abbiamo chiara la portata perché molte aree sono ancora isolate".

Una situazione che è diretta conseguenza delle azioni dei jihadisti: la presenza nel territorio dei gruppi armati di Boko Haram non ha solamente imposto un regime di terrore costante, ma ha limitato grandemente le possibilità di coltivazione e commercio, di fatto impedendo alla popolazione di procurarsi qualsiasi mezzo di sostentamento. Le condizioni di malnutrizione, ovviamente, vanno a deteriorare la resistenza fisica delle persone, favorendo il diffondersi incontrollato di malattie comuni ed epidemie, anche a fronte della scarsa percentuale di vaccinati. Secondo ai dati forniti ancora da Msf, circa il 50% dei bambini tra i 9 mesi e i 5 anni ha ricevuto le vaccinazioni antimorbillo nel campo di Custom House. Addirittura solo il 32% in quello di Muna Garage.

Nel giugno scorso, il governo centrale della Nigeria ha riconosciuto l'emergenza nutrizionale nello stato del Borno anche se la situazione non ha visto particolari miglioramenti, tutt'altro: i livelli della crisi sono in costante aumento e gli sfollati accampati nei dintorni di Maiduguri sono oltre 500 mila. L'appello di Medici senza frontiere è chiaro: urge un massiccio intervento per la fornitura di cibo e assistenza medica perché c'è un'intera popolazione che rischia letteralmente di morire di fame.
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
L'esultanza del Milan al termine del match contro il Bologna
CALCIO | SERIE A

Frenano Roma e Napoli, sorride il Milan

Giallorossi e partenopei fermati sullo 0-0 da Chievo e Fiorentina. Primo successo per Gattuso, ok Udinese e Sassuolo
Monsignor Antonio Riboldi
NAPOLI

Addio a monsignor Riboldi, protagonista della lotta alla camorra

Il vescovo emerito di Acerra (Napoli) si è spento all'età di 94 anni
Il presidente della Repubblica Sergio Mattarella
MATTARELLA

"Il rispetto dei diritti umani è il pilastro di una società giusta"

Il messaggio del presidente della Repubblica in occasione della Giornata mondiale per i diritti umani
Il Duomo di Milano
CONCERTO DI NATALE

Arie sacre in Duomo di Milano

In scaletta le più belle "Ave Maria" del reportorio classico
La Stazione spaziale internazionale
MICRORGANISMI IN ORBITA

Trovati batteri terrestri all'interno della Stazione Spaziale

Sono stati portati in orbita dagli astronauti
il vescovo di Mazara del Vallo, monsignor Domenico Mogavero

Il senso d'umanità

In seguito alla decisione del Tribunale di sorveglianza di Roma che ha respinto la sua richiesta di sospensione della...