VENERDÌ 09 NOVEMBRE 2018, 00:01, IN TERRIS

La trappola delle sette

Alla Lumsa di Roma un convegno sul fenomeno, per imparare a combatterlo

FRANCESCO VOLPI
Facebook Twitter Copia Link Invia Scrivici
Oggetti appartenuti a una setta
Oggetti appartenuti a una setta
"F

are del male agli altri mi faceva sentire importante, accettato. Per la prima volta nella mia vita non mi sentivo solo. Solo oggi mi rendo conto di quanto, invece, lo fossi e di quanto dolore ho causato". Andrea (il nome è di fantasia) descrive così la lunga discesa all'inferno che lo ha portato, per anni, a essere membro attivo di una setta satanica. Un'infanzia difficile la sua. Lutti, complessi rapporti familiari. Quella rabbia covata nel profondo, la voglia di rinnegare tutto. Vuoti nell'anima che si era illuso di colmare dando confidenza a quel gruppo di ragazzi che sembravano interessati a lui, alle sue capacità. Era il prodromo di un abisso da cui oggi sta faticosamente risalendo. 


In trappola

Di vicende come la sua, in Italia, se ne trovano più di quanto è possibile immaginare. Migliaia di persone ghermite, manipolate, sfruttate. Eppure quello delle sette, sataniche e non, è un fenomeno di cui si parla troppo poco sui mezzi di comunicazione. Per l'estrema delicatezza della materia, per il clima di colpevole omertà costruito attorno vittime, ma anche per la paura. Di parlare, raccontare, senza temere per la propria vita o sentirsi assaliti da un profondo, asfissiante, sentimento di vergogna


Il fenomeno

I dati, però, parlano da soli: secondo don Aldo Buonaiuto - sacerdote esorcista e responsabile del servizio antisette dell'Apg23 - al numero verde (800-228866) voluto da don Oreste Benzi per offrire un aiuto concreto alle vittime possono arrivare sino a "15 chiamate al giorno, oltre 5 mila l'anno". Ma cosa sono e come funzionano queste organizzazioni? Per setta si intende, in generale, un gruppo criminale che sia autore di condotte abusanti nei confronti di altre persone, in particolare attraverso la commissione di reati. Il minimo comune denominatore fra realtà (per scopo e ispirazione) spesso diversissime tra loro è rappresentato dalla manipolazione e il condizionamento mentale, che porta l'adepto a una condizione di alienazione. Ciò avviene, solitamente, attraverso un percorso di allontanamento dai rapporti familiari, sostituiti dalle relazioni esistenti all'interno della comunità. Un processo di indottrinamento, associato talvolta alla presenza di simbologie magiche o pseudo-religiose, serve a consolidare il legame e a eliminare ogni possibile resistenza. Centrale è, poi, la figura del leader, che instaura con le vittime un canale privilegiato di comunicazione. Altro elemento comune è la situazione di isolamento in cui verrà a trovarsi l'adepto, convinto che il senso di appartenza al gruppo vada a soddisfare il suo bisogno di ascolto. C'è poi il controllo mentale, esercitato attraverso un attento monitoraggio dello stile di vita, del pensiero, dei rapporti interpersonali e dei canali di comunicazione. Durante il processo di inserimento, la vittima, perde poi coscienza delle violazioni commesse nei suoi confronti. Il percorso di recupero, per chi ne esce, è lungo e tortuoso: difficile superare il trauma, mentre il rischio di una ricaduta è sempre dietro l'angolo. 


L'evento

Per informare l'opinione pubblica sul fenomeno oggi, presso l'Aula Giubileo dell'Università Lumsa di Roma andrà in scena il convegno "La trappola delle sette", organizzato dall'Associazione Comunità “Papa Giovanni XXIII”, in collaborazione con Polizia di Stato, Lumsa e Consorzio Universitario Humanitas. Dopo i saluti istituzionali - affidati al Magnifico Rettore dell’Università Lumsa, Francesco Bonini, al Prefetto della Congregazione delle Cause dei Santi, card. Angelo Becciu, al Responsabile generale dell’Associazione Comunità “Giovanni XXIII”, Giovanni Paolo Ramonda, e al Procuratore Generale presso la Corte d’Appello di Catanzaro, Otello Lupacchini - si sta svolgendo il dibattito, moderato dal giornalista Rai Piergiorgio Giacovazzo. Vi prendono parte il responsabile della squadra antisette della Polizia di Stato, Francesca Capaldo, la professoressa ordinaria di Psicologia presso l’Università La Sapienza di Roma Anna Maria Giannini e don Buonaiuto. Le strategie di contrasto adottate saranno, invece, illustrate da Vittorio Rizzi, direttore della Centrale anticrimine della polizia. Non mancheranno le testimonianze di vittime. L'evento sarà chiuso dall'intervento del ministro dell'Interno, Matteo Salvini. Obiettivo sarà sensibilizzare sul tema per incrementare segnalazioni e denunce. "Su questi abusi c'è ancora troppa omertà - spiega amaro don Buonaiuto - chi sa deve parlare". 

Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 


Scrivi il tuo commento

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
MILANO

Scontro bus-camion rifiuti: una donna in coma

Indaga la polizia locale, forse il mancato rispetto della precendeza all'origine dello schianto
La bandiera italiana sventola sul Palazzo del Quirinale, 30 maggio 2018 - Foto © Tony Gentile per Reuters

Italia senza previsioni

Il rapporto del CENSIS, la Fondazione presieduta dal sociologo cattolico Giuseppe De Rita, ha messo, come di consueto,...
Giuseppe Conte e Roberto Gualtieri
GOVERNO

Manovra, accordo su plastic e sugar tax

Una rinviata a luglio e ridotta dell'85%, l'altra a ottobre. Il premier: "Recessione scongiurata, non siamo il...

Adulti rottamati

Si tende a guardare il mondo dei giovani da parte degli adulti come se questi non fossero mai stati giovani. Se...
Il Papa riceve Joseph e Michelle Muscat in udienza privata nel giugno 2013 - Foto © Clifton Fenech per DOI
SANTA SEDE

Il Papa domani riceve Muscat

La visita del premier maltese sarà in forma strettamente privata.
Mario Sossi durante il rapimento
MAGISTRATURA

E' morto il giudice Mario Sossi: fu rapito dalle Br

Pubblico ministero nel processo alla XXII Ottobre: il suo sequestro durò oltre un mese
Il vertice di maggioranza
GOVERNO

Manovra, braccio di ferro sulle microtasse

Frizione Italia Viva-Pd, sospeso il vertice. Bellanova: "Con plastic e sugar tax si rischia il disastro occupazionale"
Pedoni solitari
53° RAPPORTO CENSIS

Italiani sempre più ansiosi e dipendenti da smartphone

Lo scenario politico odierno è affollato da "non decisioni"
Bimba in lacrime al nido
VARESE

Maltratta i bimbi e si apparta col compagno: maestra sospesa

"Guardati, fai schifo", "piangi che così ti passa" sono le frasi rivolte alle piccole vittime del...
Cristiani filippini in preghiera
FILIPPINE

Anno pastorale: "Ecumenismo, dialogo interreligioso e popoli indigeni"

Vescovi: "La Chiesa esorta i fedeli a collaborare con persone di altre religioni e culture per la pace"
Alluvioni e fiumi in piena in Burundi
METEO

Il maltempo mette in ginocchio il Burundi: già 28 morti

Nove Paesi dell'Africa orientale stanno subendo gli effetti delle piogge con frane e alluvioni
Volontarie della croce rossa e personale ospedaliero
SALUTE

Firmato accordo tra Croce rossa e Campus bio-medico

Le crocerossine, con la loro attività di volontariato, supporteranno l’attività infermieristica