MARTEDÌ 21 MAGGIO 2019, 09:45, IN TERRIS


PARIGI

La Corte d'appello: "Riprendere le cure a Lambert"

Accolto il ricorso dei genitori, il 42enne in stato vegetativo ha ancora una chance

FRANCESCO VOLPI
Facebook Twitter Copia Link Invia Scrivici
Vincent Lambert
Vincent Lambert
P

er Vincent Lambert c'è ancora speranza. La corte d'Appello di Parigi ha, infatti, accolto il ricorso dei genitori del 42enne in stato vegetativo e ha ordinato la ripresa delle cure palliative sospese ieri.  


Famiglia divisa

I genitori, Pierre, che ha 90 anni, e Viviane, che ne ha 73, hanno presentato tre ricorsi: favorevoli allo stop dei trattamenti che lo tengono in vita sono, invece, già dal 2013, la moglie Rachel, il nipote Francois, e i cinque fratelli e sorelle. Vincent Sanchez, il primario del reparto di cure palliative e cerebrolesi del Policlinico universitario di Reims, in cui Lambert è ricoverato, aveva comunicato alla famiglia già lo scorso dieci maggio la decisione di sospendere a partire da questa settimana nutrizione e idratazione artificiali, dopo il nuovo pronunciamento in questo senso del Consiglio di Stato lo scorso aprile.


La legge

Gli avvocati dei genitori hanno chiesto anche provvedimenti disciplinari nei confronti di Sanchez. Ma la legge Claeys-Leonetti varata in Francia nel 2016, pur vietando eutanasia e suicidio assistito, prevede l'interruzione delle cure per il mantenimento artificialmente in vita di un paziente in caso di accanimento terapeutico, contro il volere del paziente o in seguito a una "decisione collegiale" (la moglie Rachel ha testimoniato più volte di fronte al Consiglio di stato che il proseguimento delle cure sarebbe stato contro la volontà del marito). La legge prevede anche che, oltre alle procedure per la fine delle cure palliative, sia garantita una sedazione "controllata, profonda e continua" e la somministrazione di analgesici "per precauzione".


La vicenda

Lambert, che lavorava come infermiere in psichiatria all'ospedale di Chalons en Champagne è rimasto vittima di un incidente stradale nel 2008 in cui ha riportato danni cerebrali giudicati irreversibili e si trova in stato vegetativo cronico. La fine dell'alimentazione e dell'idratazione avrebbe portato a una insufficienza renale e quindi la morte. Nel 2013 erano già stati interrotte le cure artificiali di Lambert che erano tuttavia state riprese dopo 31 giorni per ordine di un tribunale amministrativo su richiesta dei genitori di Vincent, ancora in vita dopo così tanto tempo solo perché i medici continuavano a somministrargli 200 millilitri di soluzione idratante al giorno.

Spazio al lettore: per commentare questo articolo scrivi a direttore@interris.it

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
FRANCIA

Vincent Lambert verso la morte. Intervento del Papa

Iniziata la sospensione dell'idratazione. Francesco su Twitter: "No alla cultura dello scarto"

Genitori di Vincent Lambert fuori l'ospedale
Ore di apprensione in Francia per Vincent Lambert, il 42enne tetraplegico ricoverato all’ospedale Chu Sébastopol di Reims....
NEWS
Il duomo di Genova
SOLIDARIETÀ

Genova, per sostenere il Museo Diocesano basta un clic

Ai mecenati giungono costanti informazioni sullo stato delle opere
Un traghetto in un porto laziale
SCIOPERO

Settimana di caos per il trasporto pubblico

Tra il 24 e il 26 luglio, treni, aerei e navi rimarranno fermi
La manifestazione No Tav
ALTA VELOCITÀ

Scontri in Val Susa, 20 denunciati

Scattano i primi provvedimenti dopo la notte di violenze
Conte in una visita al Parlamento Europeo
LA LETTERA

Salvini e Conte: è scontro sull'autonomia

Il governo è in bilico, Zaia: “Se non si fa il governo non ha senso”
Una ragazza nigeriana costretta a prostituirsi
INCUBO TRATTA

Sgominata rete di prostituzione nel teramano

Le ragazze, alcune giovanissime, erano soggiogate attraverso riti voodoo e metodi coercitivi
Il duomo di Reggio Calabria
CULTURA

L'ultima iniziativa del Museo Diocesano di Reggio Calabria

Un percorso eccezionale, reso unico da un divulgatore speciale

Un grande programma di governo!

Idati parlano chiaro ed i conti non tornano. L’economia sommersa non dichiarata dagli italiani equivale a 119...
Acquario di Genova
GENOVA

Work experience per ipovedenti all'Acquario

Progetto promosso dall’Istituto David Chiossone e finanziato dalla Regione Liguria
Luca Parmitano, che sarà per 200 giorni sulla Stazione Spaziale Internazionale
ESPLORAZIONE NELLO SPAZIO

Soyuz è partito, Parmitano alla volta dello spazio

Avvenuto il lancio del razzo che porterà il cosmonauta italiano sulla Stazione Spaziale Internazionale
Il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella
COMMEMORAZIONE ALLUNAGGIO

Mattarella: "Sbarco sulla luna traguardo epocale dell’umanità"

"Tutto ciò aiuti i popoli a sentirsi più vicini, a superare egoismi, odii e conflitti"