MERCOLEDÌ 12 SETTEMBRE 2018, 11:36, IN TERRIS


TRANSPARENCY ITALIA

Italia tra i Paesi migliori nel contrasto alla corruzione

Virginio Carnevali: "Il sistema repressivo si è dimostrato più efficace di altri"

MILENA CASTIGLI
Facebook Twitter Copia Link Invia Scrivici
Lotta alla corruzione
Lotta alla corruzione
"G

li sforzi normativi degli ultimi anni e la crescente efficacia di procedure e Guardia di Finanza nel perseguire i reati di corruzione hanno portato l’Italia nel gruppo dei migliori” per le attività di contrasto attive verso le società che corrompono all’estero.

E' il commento del presidente di Transparency International Italia, Virginio Carnevali, alla presentazione del nuovo report dell'organizzazione, intitolato “Exporting Corruption – Assessing Enforcement of the Oecd Anti-Bribery Convention” e diffuso oggi. Transparency International (Ti) è un'organizzazione internazionale non governativa che si occupa della corruzione, non solo politica, fondata nel maggio del 1993 a Berlino, dove attualmente si trova la sede centrale, su iniziativa di Peter Eigen, direttore di una sezione della Banca Mondiale.

L'Italia è stata classificata nella categoria “attiva”, livello massimo, circa l’attuazione dei principi contenuti nella Convenzione Ocse contro la corruzione internazionale. “Questo – prosegue Carnevali si Sir – non significa che le aziende italiane, o quelle dei Paesi nella stessa fascia di classifica, si comportino meglio delle altre, ma che il sistema repressivo si è dimostrato più efficace di altri”.

Secondo i dati forniti dal ministero della Giustizia, infatti, nel periodo 2014-2017 l’Italia ha aperto 27 indagini e 16 casi e concluso 6 casi con sanzioni. Altro dato positivo, nel 2017 il Parlamento italiano ha approvato la nuova legge sulla protezione degli informatori (whistleblower).

Nel rapporto vengono segnalate anche alcune inadeguatezze che riguardano il quadro giuridico, il sistema giudiziario e la mutua assistenza giudiziaria. In particolare, “nonostante la maggiore durata dei termini di prescrizione, il fatto che le limitazioni continuino ad avere effetto in tutte e tre le fasi giudiziarie può significare che i giudizi finali non saranno raggiunti entro i tempi consentiti”.

“L’incidenza dei casi prescritti – viene rilevato – è più alta nei casi correlati alla corruzione rispetto ad altri tipi di reato”. Inoltre, “l’Italia è tra i Paesi con il più alto numero di casi pendenti e la durata più lunga dei procedimenti”. Nel report viene evidenziato che “a partire dal 2016, vi è stata una significativa carenza di magistrati, nonché di personale ausiliario” e che “la mancanza di un database centrale aperto e facilmente accessibile di informazioni su indagini e casi rimane un problema importante”. Inoltre, “persistono ancora difficoltà per quanto riguarda il monitoraggio dei flussi finanziari attraverso i normali meccanismi di rogatoria e l’identificazione dei beneficiari che operano sotto il segreto aziendale”.

Per tali motivi, Transparency International Italia raccomanda di “estendere al settore privato le tutele per chi segnala corruzione sul posto di lavoro, i cosiddetti whistleblower”, “implementare una riforma più ampia del sistema di giustizia penale”, “rivedere ulteriormente le norme sui termini di prescrizione” e “garantire materiali e risorse umane adeguate all’interno del sistema giudiziario”.

Spazio al lettore: per commentare questo articolo scrivi a direttore@interris.it

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
TUTELA MINORI

Ostia: foto a bimbi in costume, arrestati

Nei confronti dei due indagati sono stati disposti ulteriori accertamenti
Maria Antonietta Rositani e l'ex marito
BARI

Si aggravano le condizioni di Maria Antonietta Rositani

La donna, bruciata dall'ex marito mesi fa, è stata operata d'urgenza all'intestino
CLIMA

Meteo: caldo in ripresa al Centro-Sud

Le ultime analisi degli esperti fanno temere anche temperature sopra la media
Saracinesche abbassate
CONFESERCENTI

Commercio in tilt: chiudono 14 negozi al giorno

Una "emorragia che ha bruciato almeno 3 miliardi di euro di investimenti delle imprese"
Un incendio esteso nello Stato di Alberta, Canada
OCCHIO SULL'ARTICO

In fiamme l’ex regno dei ghiacci perenni

Il Circolo Polare brucia, oltre 100 incendi da giugno
Il duomo di Genova
SOLIDARIETÀ

Genova, per sostenere il Museo Diocesano basta un clic

Ai mecenati giungono costanti informazioni sullo stato delle opere
MONDO LAVORO

Furbetti del cartellino, spaccato di un'Italia problematica

Assenteismo e raccomandazioni: due facce di una questione che è anche politica
Un traghetto in un porto laziale
SCIOPERO

Settimana di caos per il trasporto pubblico

Tra il 24 e il 26 luglio, treni, aerei e navi rimarranno fermi
Cittadini newyorkesi cercano refrigerio nelle fontane pubbliche
ESTATE ASSASSINA

Emergenza caldo negli Usa, la prima vittima è un atleta

Stati Uniti stretti nella morsa rovente, le città dispongono piani d'assistenza
Francesco Cassardo (a destra) e Cala Cimenti
PAKISTAN

Corsa contro il tempo per Francesco, precipitato a seimila metri di quota

Da ieri, il giovane alpinista di Rivoli versa in gravi condizioni su un monte in Pakistan