GIOVEDÌ 08 MARZO 2018, 10:44, IN TERRIS


GRAN BRETAGNA

Il piccolo Isaiah è morto

Ieri sera sono state staccate le spine che tenevano in vita il bambino di 12 mesi

REDAZIONE
Facebook Twitter Copia Link Invia Scrivici
Isaiah Haastrup
Isaiah Haastrup
N

on ce l'ha fatta Isaiah Haastrup, il piccolo di 12 mesi ricoverato al King's College Hospital, in Gran Bretagna, rimasto vittima di un grave danno cerebrale subito dopo la nascita. Il bambino sopravviveva grazie alla ventilazione di alcuni macchinari, che ieri i medici hanno staccato.

Intorno alla sorte di Isaiah si era giocata una battaglia tra i genitori e il personale sanitario dell'ospedale, il quale riteneva che le condizioni del bambino non potessero migliorare e che, non rispondendo alle stimolazioni, non fosse "nel suo miglior interesse" continuare a vivere.

Il processo è iniziato nel novembre 2017, quando i giudici hanno vietato al papà di andare a visitare il piccolo, per via di un diverbio tra l’uomo e alcuni operatori sanitari. La questione è andata avanti per mesi, con appelli, consultazioni e il susseguirsi di pareri degli esperti. Alla fine l'Alta Corte britannica ha dato ragione ai medici, ritenendo fosse la scelta migliore staccare le spine al piccolo. A nulla è valso il ricorso dei genitori alla Corte europea dei diritti dell'uomo.

L'annuncio della morte di Isaiah è stato dato da Emmanuele Di Leo, presidente di Steadfast Onlsu, che su Facebook ha scritto: "Il piccolo guerriero #Isaiah è salito al cielo. Come un vero guerriero ha combattuto eroicamente". Di Leo sottolinea che nonostante gli sia stata tolta la respirazione artificiale, "il nostro piccolino ha dato prova della sua  forza respirando autonomamente". Il presidente di Steadfast si chiede poi quante altre vittime innocenti verranno mietute in Gran Bretagna "prima di riuscire a comprendere che il valore della vita non si basa sulla sua qualità?! Mi stringo, ci stringiamo a papà Lanre, mamma Lakesha e a tutta la famiglia. #PrayForIsaiah".

 

Spazio al lettore: per commentare questo articolo scrivi a direttore@interris.it

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
COMMENTO | GIAN LUIGI GIGLI

Il nuovo Parlamento corregga il Biotestamento

COMMENTO GIAN LUIGI GIGLI Facebook Twitter

Il nuovo Parlamento italiano corregga la legge sul biotestamento prima che il 'dovere' di evitare cure inutili possa causare anche in Italia tragici epiloghi come quello del piccolo Isaiah, morto oggi per interruzione dei sostegni vitali ordinata dalla magistratura britannica. La strage di bambini per decisione giudiziaria, lasciati morire senza alcuna pietà nonostante l'opposizione dei genitori, prosegue senza tregua e nel totale disprezzo delle centinaia di migliaia di persone mobilitatesi per chiedere clemenza ai giudici. In Gran Bretagna basta infatti la decisione del rappresentante legale per decidere di lasciar morire un bambino gravemente malato per ordine dei giudici 'nel migliore interesse' del piccolo. Quando arriverà dal buon Dio, Isaiah sarà contento di apprendere di essere morto 'nel suo interesse', ma non smetterà mai di chiedersi se a stabilirlo dovessero essere i giudici del suo Paese.

Gian Luigi Gigli - Presidente del Movimento per la Vita Italiano

GRAN BRETAGNA

Isaiah come Charlie, i giudici: "Staccate la spina"

Ok dell'Alta Corte a interrompere le cure del piccolo, di soli 11 mesi, affetto da un grave danno cerebrale. I genitori si oppongono

Lanre e Takesha Haastrup, i genitori di Isaiah
L'ombra di un nuovo caso Charlie si allunga sul Regno Unito, dove l'Alta corte ha dato l'ok ai medici del King's College hospital di...
COMMENTO
Emmanuele Di Leo
In nome del suo massimo interesse si sta imponendo anche ad Isaiah la....
Emmanuele Di Leo
NEWS
La sede della Corte dei Conti
POLITICA FISCALE

Corte dei Conti: "Taglio tasse? Strategie di lungo respiro"

Lo hanno detto le Sezioni riunite dell'organo di rilievo costituzionale
LAZIO

Roma, pittore ucciso: fermato un 18enne

Per l'omicidio di Umberto Ranieri è indagato un giovane originario della Tunisia
Barchetta di carta con foto di immigrati
MIGRANTI

Sea Watch chiede soldi: "Aiutateci a difendere i diritti umani"

Colletta dell'ong per le spese legali da affrontare se sbarca in Italia. Salvini: "Nave fuorilegge"
Il garage a Chiavari in cui è stato ucciso Orazio Pino
CHIAVARI

Omicidio Orazio Pino: arrestato il presunto assassino

Si tratterebbe di Sergio Tiscornia, fidanzato dell'amante della vittima
Antonio Stano
NERA

Manduria, morte di Stano: altri nove arresti, otto minori

Dalle carte emerge anche un nuovo episodio nei confronti di un'altra persona con disturbi mentali
Carabinieri in azione
NAPOLI

Maxi colpo alla Camorra: 126 arresti in tutta Italia

Persone considerate appartenenti ai clan Contini, Mallardo e Licciardi
 Migranti al confine tra Stati Uniti e Messico
MESSICO

Migranti Usa: morti una donna e 3 bimbi

Le autorità: "Decedute per disidratazione ed esposizione all'eccessivo caldo"
Manifestazione pro-Tav a Verona
TORINO - LIONE

Tav: il finanziamento dell'Ue salirà al 55%

Toninelli: "Rimango sempre dell'idea che i soldi possano essere impiegati meglio"

L'inciviltà di certi giornalisti

Mi è capitato ieri, come in altre occasioni: arriva un giornalista con cameraman sotto casa, e suona...
Palazzo Chigi
PALAZZO CHIGI

Nodo sulle Autonomie, il testo non va in Cdm

Scontro fra le due forze di maggioranza sul tema, mentre i grillini provano a spingere sulla revoca ad Autostrade