GIOVEDÌ 25 OTTOBRE 2018, 12:22, IN TERRIS

CASO DJ FABO-CAPPATO

I pro-vita: "Consulta pilatesca"

La decisione della Corte di rimandare la questione al Parlamento criticata da chi è contro l'eutanasia

REDAZIONE
Facebook Twitter Copia Link Invia Scrivici
Marco Cappato davanti alla Consulta
Marco Cappato davanti alla Consulta
C'

era grande attesa ieri, quando la Corte costituzionale avrebbe dovuto decidere sulla questione di costituzionalità dell’articolo 580 del codice penale, che punisce l'istigazione al suicidio, in merito alla vicenda di Marco Cappato, il leader radicale che nel febbraio 2017 accompagnò Dj Fabo a morire in una clinica svizzera in cui si pratica il suicidio assistito. Avrebbe, ma la Consulta alla fine non ha deciso, rimandando l'udienza al 24 settembre 2019 e rinviando il tema al Parlamento.


L'appello di Pro Vita ai partiti di maggioranza

Nel mondo dei "pro-vita" italiani l'atteggiamento dei giudici è stato criticato. Secondo Toni Brandi, presidente di Pro Vita Onlus, tra le associazioni promotrici del Family Day, “i giudici hanno deciso di non decidere". Brandi ritiene che sia "un grave segnale la scelta della Corte Costituzionale di rinviare la decisione al Parlamento che dovrà legiferare sul suicidio assistito posticipando al 24 settembre 2019 la trattazione della questione di legittimità”. Avverte quindi il presidente di Pro Vita: “Noi, come forza pro-life e insieme alle tante realtà che difendono la vita, scenderemo in campo sensibilizzando e mobilitando quanti credono necessario proteggere i deboli dall'imminente strage”. Dunque Brandi rivolge un appello ai partiti di maggioranza "a non cadere nella trappola che trasformerà l’aiuto al suicidio nel dovere di morire, in nome di un falso pietismo e di un vero business sulla pelle dei disperati".


Gambino: "Pericoloso modificare l'art. 580"

L'articolo 580 è difeso da Alberto Gambino, prorettore dell’Università Europea di Roma e presidente di Scienza & Vita, il quale ricorda che questo passaggio del codice penale "era stato pensato per evitare che davanti a momenti di debolezza e fragilità umana autodistruttivi si trovassero complicità, rompendo appunto quel legame di solidarietà che dovrebbe spingerci a farci carico del problema e non a rimuoverlo, assecondando l’intento suicidiario”. L'ipotesi che tale norma venga temperata è, secondo Gambino, "una prospettiva" che "presta il fianco a pericolose derive, prima tra tutte quella del collasso di un sistema giuridico - il nostro - che al centro mette la persona, e non la sua mera volontà". Sulla stessa lunghezza d'onda il Centro Studi Rosario Livatino, il quale sottolinea  riguardo l'art. 580 che "la sua eliminazione avrebbe gravemente compromesso il diritto alla vita".


MpV: "Decisione pilatesca"

Per Marina Casini, presidente del Movimento per la Vita italiano (Mpv), si tratta di una "decisione pilatesta" da parte dei giudici della Corte. "La Consulta, decidendo di non decidere se n'è lavata le mani mandando la palla al Parlamento dove già fremono istanze a favore dell'eutanasia e del suicidio assistito - osserva -. Un colpo basso che non fa altro che legittimare la cultura radicale a legiferare in maniera mortifera. Non è vero che manca la tutela di certe situazioni e che non c'è un bilanciamento. Nella pur discutibile legge sulle Dat il bilanciamento è già trovato. Tra l'altro nel programma di governo non sono a tema suicidio assistito e eutanasia". Secondo la presidente del MpV, "con il caso Cappato si vuole introdurre qualcosa di diverso e cioè il principio della liceità giuridica di cagionare la morte su richiesta da parte di malati e disabili. Alla base c'è il criterio dell'efficienza produttiva, secondo cui una vita irrimediabilmente inabile non ha più alcun valore". Ne segue un appello della Casini: "Bisogna che le forze parlamentari che hanno a cuore le persone malate o disabili e le loro famiglie contrastino questa mentalità eutanasica che in nome di un'autodeterminazione assolutizzata (caricatura dell'autentica libertà) pretende di recidere il più elementare vincolo di solidarietà umana: quello che riconosce sempre e comunque l'uguale dignità dell'altro e promuove autentiche relazioni di cura".

Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 


Scrivi il tuo commento

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
BRESCIA

Due ciclisti travolti e uccisi da un'auto

Nel milanese lo scontro tra una Opel e un autobus ha provocato tre feriti
I famosi
BARI

Traffico di falsi di Nino Caffè: 43 a giudizio

Sequestrate 21 opere attribuite falsamente al maestro e poi vendute come originali in internet
La I° edizione del Premio
APPUNTAMENTI IN CALENDARIO

Premi e rassegne del Natale solidale

Dal progetto etico "Con il sole sul viso" ai Comuni che per le feste natalizie puntano sul volontariato: l'impegno...
Sergio Mattarella riceve la Lampada della Pace
ASSISI | PERUGIA

Mattarella riceve la Lampada della Pace di San Francesco

"E' un riconoscimento all'Italia: promuoviamo la pace dove non c'è in ogni parte del mondo"
I detriti provocati dalla tromba d'aria
LAURIA | POTENZA

Operata la ragazza investita da una tromba d'aria

La giovane è gravissima: era stata colpita dai detriti del tetto della palestra divelto dal vento
Banca popolare di Bari
GOVERNO

Popolare di Bari, scontro in maggioranza sul salvataggio

L'istituto bancario è stato commissariato da Bankitalia, il Cdm non trova l'accordo per il decreto...
PREVISIONI

Meteo: quando diffidiamo della scienza

A Roma scuole chiuse per un'allerta mancata. Quanto sono affidabili le previsioni? A Interris.it il parere dell'esperta
Alcune donne-magistrato riunite per una due giorni alla Pontificia Accademia delle Scienze, Città del Vaticano - Foto © Vatican Media
AFRICA

In Vaticano le donne magistrato contro la tratta

La due giorni organizzata dalla Pontificia Accademia delle Scienze. Il plauso dell'Onu
SANITÀ

Il primo ospedale a misura di donna

Esordio a Milano della struttura "rosa" ispirata al Brigham and Women Hospital di Boston
UDIENZA PONTIFICIA

Papa: "Diffidate delle proposte effimere di felicità"

Agli artisti che sabato si esibiranno nel Concerto di Natale in Vaticano, Francesco indica la "rivoluzione della...
Benny Gantz e Benyamin Netanyahu

Israele, l'impasse della sfida fra destre

Giuseppe Dentice (Ispi) a Interris.it: "Tra Gantz e Netanyahu è un duello sugli atteggiamenti, non sui...
ANNIVERSARIO

Bergoglio, 50 anni al servizio degli ultimi

Il 13 dicembre 1969 l’ordinazione del sacerdote che mezzo secolo dopo metterà al centro della Chiesa le periferie...