MERCOLEDÌ 22 MAGGIO 2019, 16:20, IN TERRIS

L'ANNIVERSARIO

"I consultori tutelino il diritto alla vita del concepito"

Il MpV interviene sul tema dell'aborto a 41 dall'entrata in vigore della legge 194

EDITH DRISCOLL
Facebook Twitter Copia Link Invia Scrivici
Donna incinta
Donna incinta
I

l Movimento per la Vita, a 41 anni dall’entrata in vigore della legge 194, continua a giudicare ingiusta questa legge. Lo fa con un comunicato stampa in cui afferma che "rimuoverla è un obiettivo ineliminabile". "Tuttavia - spiega l'organizzazione pro-vita attualmente presieduta da Marina Casini, figlia di uno dei fondatori del MpVi Carlo Casini - realisticamente, le difficoltà sono enormi visti gli attuali assetti parlamentari che ne rendono politicamente impossibile l’abrogazione. L’idea fondamentale per migliorare la situazione, in un sistema in cui l’aborto è legale e la legge non è immediatamente modificabile, è quella di non rinunciare alla difesa del diritto alla vita e di attuarla attraverso la cultura, l’educazione, il consiglio e la condivisione concreta delle difficoltà che orientano la donna verso l’aborto".


L'impegno dei Centri di Aiuto alla Vita

Di qui l'auspicio di "una profonda riforma dei consultori familiari in modo da renderli efficace strumento di tutela del diritto alla vita dei concepiti". Per il Movimento per Vita, "se la misericordia deve inondare le donne che vi hanno fatto ricorso - vittime anche loro - ferma deve essere la severità nei confronti di quella cultura radicale che continua a rifiutare di volgere lo sguardo anche verso il concepito, preferendo seminare censure, menzogne, e violente – oltre che infondate – accuse verso gli obiettori di coscienza e coloro che ritengono che l’aborto sia una sconfitta. In questo quadro rientra anche quell’aborto occulto dato dalle pillole del giorno dopo e dei cinque giorni dopo". Il MpVi afferma che "alla cultura radicale ha già risposto la Corte Costituzionale nel 1997, che ha dichiarato inammissibile la richiesta di referendum promosso dal partito radicale, che voleva abbattere ogni sia pur modesto filtro all’aborto. E la Corte ha detto che il diritto alla vita del concepito è oggetto di salvaguardia costituzionale". Il Movimento per la Vita mette a disposizione della società l’esperienza dei Centri di Aiuto alla Vita (Cav) che hanno aiutato a nascere moltissimi bambini non contro le madri ma insieme alle madri. "È urgente uno sforzo comune - conclude il comunicato - perché il riconoscimento del concepito come uno di noi divenga patrimonio comune della intera società".

Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 


Scrivi il tuo commento

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
MILANO

Scontro bus-camion rifiuti: una donna in coma

Indaga la polizia locale, forse il mancato rispetto della precendeza all'origine dello schianto
Uno squalo toro nell'acquario di Cattolica
RIMINI

Un presepe tra gli squali

Sarà possibile ammirarlo all'Acquario di Cattolica dall'8 dicembre
Giuseppe Conte e Roberto Gualtieri
GOVERNO

Manovra, accordo su plastic e sugar tax

Una rinviata a luglio e ridotta dell'85%, l'altra a ottobre. Il premier: "Recessione scongiurata, non siamo il...

Adulti rottamati

Si tende a guardare il mondo dei giovani da parte degli adulti come se questi non fossero mai stati giovani. Se...
Il manifesto del party blasfemo
LA DECISIONE

Bologna, annullato il party blasfemo

L'Università ha cancellato l'evento dopo l'intervento della Curia sulla locandina intitolata "Immacolata...
Il Papa riceve Joseph e Michelle Muscat in udienza privata nel giugno 2013 - Foto © Clifton Fenech per DOI
SANTA SEDE

Il Papa domani riceve Muscat

La visita del premier maltese sarà in forma strettamente privata.
Mario Sossi durante il rapimento
MAGISTRATURA

E' morto il giudice Mario Sossi: fu rapito dalle Br

Pubblico ministero nel processo alla XXII Ottobre: il suo sequestro durò oltre un mese
Angela Merkel varca il cancello di Auschwitz
LA VISITA

Angela Merkel per la prima volta ad Auschwitz

La cancelliera aveva già visitato Dachau e Buchenwald: "Ciò che è successo qui non si può capire...
Il vertice di maggioranza
GOVERNO

Manovra, braccio di ferro sulle microtasse

Frizione Italia Viva-Pd, sospeso il vertice. Bellanova: "Con plastic e sugar tax si rischia il disastro occupazionale"
Pedoni solitari
53° RAPPORTO CENSIS

Italiani sempre più ansiosi e dipendenti da smartphone

Lo scenario politico odierno è affollato da "non decisioni"
Il cartello di Uber campeggia sulla sede della Borsa a New York - Foto © M. Lennihan per AP
USA

Uber shock: negli Usa oltre 3mila molestie in un anno

Il rapporto presentato dalla stessa società. L'ad: "Resta tanto da fare"
Bimba in lacrime al nido
VARESE

Maltratta i bimbi e si apparta col compagno: maestra sospesa

"Guardati, fai schifo", "piangi che così ti passa" sono le frasi rivolte alle piccole vittime del...