MERCOLEDÌ 12 OTTOBRE 2016, 001:29, IN TERRIS

Haiti, missionari Camilliani: "Tanti bambini sono morti, tanti altri moriranno per il colera"

Parla padre Antonio Menengon, responsabile di Madian Orizzonti Onlus

MILENA CASTIGLI
Haiti, missionari Camilliani:
Haiti, missionari Camilliani: "Tanti bambini sono morti, tanti altri moriranno per il colera"
Padre Antonio Menengon, responsabile di Madian Orizzonti Onlus - associazione che opera in Italia e nelle missioni Camilliane all’estero - ha inviato notizie sulla tragica situazione ad Haiti dopo il passaggio dell'uragano Matthew. “La nostra missione, in particolare il vecchio Seminario è stato in parte distrutto, i magazzini allagati. Il Centro ospedaliero Saint Camille specializzato per la cura delle lesioni cutanee gravi e per le ustioni, in fase di costruzione, è stato in parte danneggiato, soprattutto il tetto. La cittadina di Jeremie - arrondissement nell'estremo ovest dell'isola caraibica con oltre 200mila abitanti - è andata praticamente distrutta e totalmente allagata. La popolazione è allo stremo, senza acqua potabile, cibo e medicine” racconta il sacerdote.

A questo tragico aggiornamento il Camilliano aggiunge il messaggio di padre Robert Daudier, responsabile della missione di Haiti, il quale ha dichiarato che: “oltre ad aver devastato la città e causato centinaia di morti, il passaggio di Matthew ha provocato la morte di quasi tutto il bestiame, sradicato alberi, allagato campi, devastato le colture. La popolazione, che è rurale e contadina, non ha più nessun mezzo di sussistenza. Il colera ha già iniziato a mietere vittime”.

Padre Robert lancia il suo appello per la raccolta di generi alimentari, farmaci e risorse economiche per rispondere alle prime necessità della popolazione. “Tanti sono i bambini che non ce l’hanno fatta e sono morti durante la furia dell’uragano, tanti altri moriranno a causa del colera per mancanza di acqua potabile; la loro vita ci appartiene, sono nostri figli, sono i figli sfortunati di un’umanità che è sempre più divisa e che cerca comunque un riscatto morale. Il bene che facciamo loro lo facciamo innanzi tutto a noi stessi perché ogni volta che salviamo anche solo una vita umana diamo senso e salviamo la nostra stessa vita” conclude p. Robert. L'uragano Matthew, il più potente degli ultimo 10 anni, solo nell'isola ha provocato la morte di oltre 800 persone.
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
Igor il
SPAGNA

Igor il "russo" accetta l'estradizione in Italia

Sarà consegnato dopo i processi per i tre omicidi commessi in territorio spagnolo
La locandina del film
STAR WARS

Il lato Chiaro e quello Oscuro de "Gli Ultimi Jedi"

Scelte coraggiose e azzardi, poesia ed errori pericolosi. Cosa pensiamo di Episodio VIII (SPOILER)
La tomba della regina Elena
IL RITORNO DEL RE

La salma di Vittorio Emanuele III è in Italia

Sarà sepolto a Vicoforte (Cuneo). Emanuele Filiberto: "Dovrebbe riposare al Pantheon"
Vittorio Emanuele III

Il ritorno del Re

Vittorio Emanuele III tornerà dall'esilio e la sua salma sarà trasferita da Alessandria...
L’albero di Natale Prosecco Doc a Venezia
FEDERALBERGHI

Tra Natale e Capodanno 15 milioni di italiani in viaggio

Il giro d’affari complessivo sarà di 9,9 miliardi di euro
Reliquia della Beata Anna Maria Adorni
VATICANO

Presentato il nuovo documento sulle reliquie

Pubblicato dalla Congregazione delle Cause dei Santi