MERCOLEDÌ 03 OTTOBRE 2018, 11:26, IN TERRIS


ROMA

Genitori separati: nasce la "Carta dei diritti dei figli"

Presentata ieri dal garante per l'infanzia Filomena Albano, consta di 10 punti fermi

REDAZIONE
Facebook Twitter Copia Link Invia Scrivici
Figlio con genitori che litigano
Figlio con genitori che litigano
D

a oggi i bambini figli di genitori separati hanno dei diritti sanciti nero su bianco. E' nata infatti la la Carta dei diritti dei figli nella separazione dei genitori, presentata ieri a Roma dal garante per l'infanzia e l'adolescenza Filomena Albano. Prevede dieci punti fermi, fondati sulla Convenzione Onu sui diritti dell'infanzia e dell'adolescenza.

"I bambini e i ragazzi - riassume Filomena Albano - hanno diritto a preservare le relazioni familiari, a non esser separati dai genitori, a mantenere rapporti regolari e frequenti con ciascuno di essi e, soprattutto, a essere ascoltati sulle questioni che li riguardano". Prima della sua stesura l'Autorità garante ha interpellato la Consulta dei ragazzi dell'Agia, nove maschi e nove femmine sotto i 18 anni ascoltati più volte. "Molti degli articoli sono frutto del loro lavoro" aggiunge la Albano. Ascoltati anche esperti scelti tra personalità del settore giuridico, sociale, psicologico e pedagogico. La Carta sarà inviata ad agenzie educative, consultori, tribunali, ordini professionali e associazioni ed è scaricabile dal sito dell'Autorità garante (www.garanteinfanzia.org). “I figli - si legge - devono poter stare al centro della vita dei genitori che devono poter essere un faro, un riferimento, la prima persona a cui rivolgersi in caso di difficoltà o per condividere entusiasmo. Perché quando ci si separa non si smette di essere genitori”.

Tra gli altri diritti individuati dalla Carta quello di continuare a essere figli e vivere la loro età, di essere informati e aiutati a comprendere la separazione. E ancora: bambini e ragazzi nelle separazioni hanno diritto a essere ascoltati e a esprimere i propri sentimenti, a non subire pressioni,  e che le scelte che li riguardano siano condivise dai genitori. Hanno diritto a non essere coinvolti nei conflitti, devono essere rispettati i loro tempi, preservati dalle questioni economiche e ricevere spiegazioni.

Spazio al lettore: per commentare questo articolo scrivi a direttore@interris.it

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
Un boccale dell'ex filanda
SAN FRANCESCO

Friar: l'ex filanda francescana che offre birra e serenità

Il "locale" di Monza gestito dai frati che permette a tanti giovani di conoscersi
Inter-Roma 1-1. Un contrasto fra Nainggolan e Dzeko
SERIE A

ElSha, poi Perisic: Inter-Roma è pari

Nella giornata dell'ottavo scudetto consecutivo bianconero, la lotta Champions si accanisce: 1-1 a San Siro
Uova di Pasqua

Una Santa Pasqua, In Terris festeggia grazie a te

Per continuare la nostra missione chiediamo un piccolo gesto di solidarietà e amicizia
Giuseppe Conte
CASI SIRI E ARATA

Pd, mozione di sfiducia al governo Conte

L'annuncio del capogruppo dem al Senato, Marcucci: "Chiarimenti sulla reale salute della coalizione"
Il passaggio del ciclone Idai in Mozambico
MOZAMBICO

Unicef: istruzione a rischio per 300mila bambini

Il ciclone Idai si è abbattuto nell'Africa centro-orientale in marzo provocando oltre 400 morti
Gilet gialli a Parigi
LA PROTESTA

Gilet gialli in piazza, scontri a Parigi

Tornano a sfilare i dimostranti, tensioni fra Polizia e black-bloc a Place de la Republique: 126 fermi