VENERDÌ 05 LUGLIO 2019, 15:00, IN TERRIS

NUOVA EUROPA

Gender e politiche familiari: ecco chi è von der Leyen

Favorevole a matrimoni ed adozioni gay e sostenitrice della conciliazione famiglia e lavoro: un profilo del prossimo presidente della Commissione Ue

FEDERICO CENCI
Facebook Twitter Copia Link Invia Scrivici
Ursula von der Leyen
Ursula von der Leyen
D

onna, sette figli, luterana praticante. Bastano questi tre aspetti del profilo di quello che si appresta a diventare il nuovo presidente della Commissione europea, la tedesca Ursula von der Leyen, per aspettarsi a Bruxelles una svolta a favore di vita e famiglia e una riscoperta delle radici cristiane dell’Europa? La risposta da parte dell’associazionismo pro-life italiano è netta: no, anzi.


L'allarme di Pro Vita e Famiglia

L’associazione Pro Vita e Famiglia e il Congresso Mondiale delle Famiglie hanno lanciato l’allarme per il passato politico della von der Leyen, condito da posizioni progressiste in merito a nozze omosessuali e ideologia gender. Toni Brandi e Jacopo Coghe, rispettivamente presidente e vicepresidente delle due organizzazioni, affermano che da “ministro degli Affari sociali, delle Donne, della Famiglia e della Salute della Bassa Sassonia nel 2003 e riconfermata dopo da Angela Merkel, ha proposto e diffuso il cosiddetto ‘Gender mainstreaming’, che significa cercare di cancellare la distinzione sessuale tra uomo e donna e l’eterosessualità come norma”. Non solo. Brandi e Coghe spiegano che la von der Leyen, da ministro della Difesa tedesco, “si era lamentata non solo delle discriminazioni di gay e transessuali nell’esercito, ma anche del loro esiguo numero tra le truppe”.


La posizione sulle adozioni omosessuali

Correva l’anno 2005 quando la von der Leyen divenne ministro della Famiglia. In Italia montava la polemica sulle cosiddette pacs, una prima forma di unione civile che fu poi respinta dal voto in Parlamento. Il neo-ministro tedesco rilasciò un’intervista a Famiglia Cristiana, nella quale spiegava che “in Germania esiste la possibilità, per coppie dello stesso sesso, di essere parzialmente riconosciute dallo Stato al fine di veder regolati i diritti e i doveri degli interessati. Non è prevista, invece, alcuna possibilità di adozione. I cristiano-democratici riconosceranno lo status quo, ma non intendono andare oltre tale legislazione”. Il tempo passa, e le idee possono cambiare. Nel 2017, infatti, il Bundestag approvò la legge che consente a coppie dello stesso sesso di sposarsi ed anche di adottare bambini: la Merkel, pur votando contro, lasciò ai deputati della Cdu libertà di coscienza. La von der Leyen - si legge anche su Wikipedia - fu tra i pochi parlamentari cristiano-democratici a votare a favore. Già nel 2013, del resto, sembrava abbandonare la posizione della maggioranza del partito sul tema delle adozioni agli omosessuali. “Non conosco studi - spiegava all’emittente radiofonica Deutschlandfunk - che affermino che i bambini cresciuti da coppie omosessuali crescano diversamente rispetto ai bambini (cresciuti, ndr) in matrimoni eterosessuali”.


Le politiche familiari

Se sulle questioni antropologiche, dunque, le posizioni della von der Leyen appaiono alquanto progressiste, l’altro piatto della bilancia, quello dell’attenzione alle politiche familiari, appare piuttosto carico di iniziative incoraggianti. Appena nominata ministro della Famiglia, si fece promotrice della battaglia per consentire alle donne tedesche di conciliare famiglia e lavoro. Fu pronta ad affrontare le perplessità dell’allora ministro delle Finanze, Peer Streinbruck, su come trovare i fondi per questo tipo di misure: asili nido gratis ed aumento del congedo parentale da 12 a 14 mesi (al 67% dello stipendio) se l’altro genitore usufruisce di una parte del periodo. Alla fine prevalse lei, tanto che la rivista Politico nel 2014 le riconobbe la caratura e l’ascesa con questa descrizione: “Nel giro di un paio di mesi von der Leyen passò dall’essere una sconosciuta al novero dei dieci politici più importanti del Paese, secondo i sondaggi”.

Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 


Scrivi il tuo commento

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
La Skoda coinvolta nell'incidente
MILANO-VENEZIA

In bici sull'A4: muore sul colpo travolto da un'auto

Non è stato ricostruito il motivo per cui la vittima fosse in bicicletta in autostrada
I soccorsi a Rigopiano
COMMEMORAZIONE

"Aspettiamo ancora giustizia"

Nel terzo anniversario della tragedia di Rigopiano i familiari delle 29 vittime aspettano di conoscere la verità
Maximilien de Robespierre

Chi semina vento raccoglie tempesta

Tiene ancora banco tra i media la vicenda della pentastellata Elisabetta Trenta ex ministro della difesa, a causa...
Agenti di polizia
PUGLIA

Lamorgese: "Da lunedì 20 nuovi poliziotti a Foggia"

Specializzati nella tutela delle persone sottoposte a protezione personale
Emmanuel Macron
FRANCIA

Parigi, dura contestazione contro Macron

Una trentina di manifestanti tentano un blitz al Theatre Bouffes du Nord: nel mirino la riforma delle pensioni
Laboratorio

La madre di tutte le battaglie

Purtroppo, ormai da molto tempo, gli attacchi ai valori antropologici che costituiscono il fondamento di una...
Memoriale per Daphne Caruana Galizia
MALTA

Caso Caruana Galizia: il capo della polizia si dimette

L'annuncio è stato fatto dal nuovo premier maltese Abela: presto riforma su procedura di nomina. Il commento del...
ARTE

Ritratto di signora di Klimt è autentico

La conferma dell'autenticità del quadro arriva dai periti a poche settimane dal ritrovamento nello stesso luogo dove...
Deborah Dugan
MUSICA

Caos Grammy: silurata la prima presidente donna

A pochi mesi dalla sua nomina, Deborah Dugan è stata rimossa dal suo incarico e c'è chi parla di un vero e...
Il Politeama di Catanzaro
CALABRIA

Catanzaro, Arlia e Mogol inaugurano la stagione sinfonica

Il celebre direttore d'orchestra e il grande autore aprono l'annata del Politeama, con un incontro fra musica classica e...
Tribunale di Milano
IL CASO

Condannato per l'omicidio del suocero: “Abusava di mia figlia”

A quasi un anno dal fatto, arriva la sentenza di condanna: 20 anni a chi ha sparato, 18 al complice
I segni di tortura sulla schiena di uno dei minori salvati - Foto © Melquiadez Vásquez per Panamá América
PANAMA

Sette, una donna incinta e 5 bambini uccisi in un rito

La scoperta shock del 'rituale satanico': i sopravvissuti legati e percossi fino alla morte
UDIENZA ECUMENICA

Papa: "Chi offre ospitalità diventa più ricco"

Appello di Francesco alla Chiesa Luterana: ""Camminiamo insieme come messaggeri di umanità"
Ali Khamenei
IRAN

Khamenei guida la preghiera, folla a Teheran

L'ayatollah torna dopo otto anni a parlare durante la preghiera del venerdì: "Nucleare? Il dialogo con...