DOMENICA 18 DICEMBRE 2016, 002:29, IN TERRIS

Epidemia di difterite in Venezuela: il governo Maduro non smentisce

Mancano i vaccini a causa della grave crisi economica che sta attraversando il Paese

MILENA CASTIGLI
Facebook Twitter Copia Link Invia Scrivici
Epidemia di difterite in Venezuela: il governo Maduro non smentisce
Epidemia di difterite in Venezuela: il governo Maduro non smentisce
Emergenza difterite in Venezuela. L’ospedale principale di Ciudad Guayana - grande città del Venezuela orientale posta sulla confluenza dei due grandi fiumi Orinoco e Caronì - da fine settembre ammette tra le urgenze pediatriche solo i possibili casi di difterite, una malattia batterica infettiva e altamente contagiosa responsabile di complicanze quali miocardite e paralisi dei nervi cranici e periferici. L'infezione è ricomparsa nel Paese dopo 24 anni a causa della scarsità dei vaccini.

La crisi economica che sta attanagliando da mesi il Paese sudamericano guidato dal controverso presidente Nicolás Maduro, si riflette anche nella mancanza di farmaci negli ospedali. A complicare la situazione, i sintomi della difterite sono simili a quelli di influenza o tonsillite: problemi respiratori e mal di gola, perciò è difficile da riconoscere. La malattia, se non curata con antibiotici per tempo, può avanzare e danneggiare il tessuto del cuore, occludere le vie respiratorie fino a provocare la morte. Il tasso di mortalità è di un adulto su 10 e di un bambino su 5, i più vulnerabili.

“Tutti i casi di bambini contagiati sono dovuti alla mancata vaccinazione” si legge in un comunicato della direttrice del reparto di Epidemiologia dell’Istituto Venezuelano della Previdenza Sociale. Il governo prevede un sistema sanitario gratuito, ma gli ospedali sono vittime della grave crisi economica del Paese che non fa arrivare farmaci e vaccini agli operatori sanitari. La popolazione, oltre alla grave carenza di cibo, subisce anche la mancanza di medicamenti comuni o salva vita.

Il governo socialista ha inizialmente negato pubblicamente la gravità dell’epidemia; dinanzi all'alto numero dei casi, però, ha dovuto avviare una campagna urgente di vaccinazioni stabilendo che nell’ospedale di Guaiparo sarebbero stati ammessi solo bambini sospetti di aver contratto l'infezione, nel tentativo di non fare ampliare il contagio.

La difterite, infatti, può essere trasmessa solo tra esseri umani tramite esposizione a goccioline di saliva emesse con il respiro, colpi di tosse, starnuti di soggetti infetti, convalescenti o portatori sani. Ha un periodo di incubazione di circa 2-4 giorni, dopo il quale cominciano a manifestarsi sintomi e segni aspecifici quali astenia, febbre non grave, cefalea, malessere, nausea e talora episodi di vomito. Da qui, l'importanza della vaccinazione o, quanto meno, dell'avvio tempestivo della profilassi antibiotica.

In Italia la malattia - ancora endemica nei paesi in via di sviluppo - è praticamente scomparsa grazie all'introduzione della vaccinazione DT e DTp (rispettivamente tetano-difterite e tetano-difterite-pertosse). Prima dell'introduzione della vaccinazione, era principalmente una patologia infantile che colpiva fino al 10% dei bambini tra i 6-12 mesi di vita (ossia al momento della scomparsa delle IgG materne dal circolo). Viceversa, in epoca vaccinale, la malattia colpisce la popolazione adulta a causa della perdita di immunizzazione dovuta a quanti saltano il richiamo con il tossoide difterico.
Spazio al lettore: per commentare questo articolo scrivi a direttore@interris.it

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
La sede della Corte dei Conti
POLITICA FISCALE

Corte dei Conti: "Taglio tasse? Strategie di lungo respiro"

Lo hanno detto le Sezioni riunite dell'organo di rilievo costituzionale
LAZIO

Roma, pittore ucciso: fermato un 18enne

Per l'omicidio di Umberto Ranieri è indagato un giovane originario della Tunisia
Barchetta di carta con foto di immigrati
MIGRANTI

Sea Watch chiede soldi: "Aiutateci a difendere i diritti umani"

Colletta dell'ong per le spese legali da affrontare se sbarca in Italia. Salvini: "Nave fuorilegge"
Il garage a Chiavari in cui è stato ucciso Orazio Pino
CHIAVARI

Omicidio Orazio Pino: arrestato il presunto assassino

Si tratterebbe di Sergio Tiscornia, fidanzato dell'amante della vittima
Antonio Stano
NERA

Manduria, morte di Stano: altri nove arresti, otto minori

Dalle carte emerge anche un nuovo episodio nei confronti di un'altra persona con disturbi mentali
Carabinieri in azione
NAPOLI

Maxi colpo alla Camorra: 126 arresti in tutta Italia

Persone considerate appartenenti ai clan Contini, Mallardo e Licciardi
 Migranti al confine tra Stati Uniti e Messico
MESSICO

Migranti Usa: morti una donna e 3 bimbi

Le autorità: "Decedute per disidratazione ed esposizione all'eccessivo caldo"
Manifestazione pro-Tav a Verona
TORINO - LIONE

Tav: il finanziamento dell'Ue salirà al 55%

Toninelli: "Rimango sempre dell'idea che i soldi possano essere impiegati meglio"

L'inciviltà di certi giornalisti

Mi è capitato ieri, come in altre occasioni: arriva un giornalista con cameraman sotto casa, e suona...
Palazzo Chigi
PALAZZO CHIGI

Nodo sulle Autonomie, il testo non va in Cdm

Scontro fra le due forze di maggioranza sul tema, mentre i grillini provano a spingere sulla revoca ad Autostrade