LUNEDÌ 01 LUGLIO 2019, 13:00, IN TERRIS


IL DECRETO

Arriva la Carta Famiglia: ecco i vantaggi

I nuclei con almeno tre figli potranno beneficiare di sconti

FC
Facebook Twitter Copia Link Invia Scrivici
Famiglia con tre figli
Famiglia con tre figli
L

a firma del ministro della Famiglia, Lorenzo Fontana, al decreto che dà il via libera all'attuazione della Carta Famiglia è stata una sorta di liberazione. Lo strumento che offre sconti e riduzioni tariffarie sull'acquisto di beni e servizi alle famiglie numerose, infatti, era tecnicamente pronto dal 2016, quando fu introdotto a livello teorico dall'allora governo di centrosinistra, ma mai erano state trovate le risorse necessarie per rendere concreto l'impegno del governo. Ora, grazie alla pervicacia di Fontana, la Carta Famiglia è finalmente realtà. Il costo per le casse dello Stato dovrebbe aggirarsi intorno ai tre milioni di euro in tra anni.


I requisiti e i vantaggi

La misura riguarda le famiglie italiane con almeno tre figli conviventi di età non superiore ai 26 anni e - se il requisito verrà confermato - un Isee non superiore ai 30mila euro. La Carta Famiglia potrà far accedere a sconti e riduzioni tariffarie sull’acquisto di beni e servizi che saranno concessi da aziende - sia pubbliche che private - e dagli operatori economici aderenti. Il ministro Fontana ha firmato il decreto ieri, che ora passa alla Corte dei Conti per il vaglio, dopo di che è atteso il via libera per l'emissione della Carta e per l'adesione delle aziende e degli operatori economici. 


Come funziona la Carta Famiglia

A spiegare come funziona la Carta è lo stesso Ministero per la Famiglia, attraverso una nota. Si sottolinea, anzitutto, che l'emissione della Carta sarà "in formato digitale" e "avverrà tramite apposite applicazioni per smartphone e un portale dedicato". Pertanto, nessun oggetto fisico da tenere nel portafogli, l'utilizzo avverrà attraverso telefono e internet. Fontana ha spiegato l'obiettivo è offrire “un beneficio immediato a molte famiglie, accogliendo le richieste giunte da alcune associazioni”. Questa operazione sarà possibile solo con il coinvolgimento dei privati, “che potranno offrire beni e servizi a prezzi e tariffe scontati a favore dei nuclei numerosi. Un tassello che contribuisce a comporre un quadro più ampio di misure a sostegno di mamme e papà”.

Spazio al lettore: per commentare questo articolo scrivi a direttore@interris.it

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
BERGAMO

Due fratelli muoiono durante un bagno nel lago d’Iseo

Non sapevano nuotare, per i carabinieri potrebbe averli inghiottiti una buca sott’acqua. Cinque morti in due giorni
TOSCANA

Ecco gli eredi di giullari e menestrelli

Un festival dedicato ai poeti ambulanti e al repertorio dei cantastorie
MIGRANTI

Open Arms, la polizia nella sede della Guardia Costiera

Ieri l'appello del presidente dell'Europarlamento, David Sassoli, affinché l'Italia consenta lo sbarco

Due punti fondamentali

Siamo finiti in un grande confusione, ed è difficile comprendere quali esiti finali avrà la crisi di...
Peter Fonda in Easy Rider
CINEMA

E' morto Peter Fonda, la star di Easy Rider

L'attore, figlio del grande Henry, aveva 79 anni. Con il film capolavoro del 1969 segnò un'intera generazione

Positivo all’alcoltest chiama il padre, ma è ubriaco anche lui

L’uomo per evitare il sequestro dell’auto si è fatto venire a prendere dai genitori, ma al padre hanno...