LUNEDÌ 27 MAGGIO 2019, 11:46, IN TERRIS


VENEZUELA

Amnesty: "Accertare cause di morte dei 30 detenuti"

"Esempio della violenza costante e dell’abbandono cui è sottomessa la popolazione carceraria"

MILENA CASTIGLI
Facebook Twitter Copia Link Invia Scrivici
Carcere di Acarigua, nella zona occidentale di Caraca
Carcere di Acarigua, nella zona occidentale di Caraca
"A

ccertare le cause perché non esiste ancora una spiegazione plausibile” in riferimento a quanto avvenuto nel carcere venezuelano di Acarigua lo scorso venerdì quando 30 detenuti sono morti e 19 poliziotti sono rimasti feriti nel corso di una rivolta carceraria che secondo alcune voci sarebbe proseguita per dieci giorni. Lo chiede Amnesty Internacional insieme a diverse altre associazioni umanitarie locali e nazionali.


La denuncia

Il carcere di Acariguas, stato di Portoguesa circa 300 chilometri a sudovest di Caracas, è sovraffollato e da anni i prigionieri denunciano abusi da parte del personale. Le autorità carcerarie hanno parlato di tentativo di evasione di massa. Secondo Oscal Valero, capo della sicurezza dello stato del Portuguesa, a causare la morte dei detenuti sarebbe stata un tentativo di fuga. Il suo racconto parla di carcerati  che avrebbero lanciato "una pioggia di proiettili", facendo addirittura esplodere tre bombe contro gli agenti. Ma le cause e la dinamica dei fatti non sono in realtà state chiarite e le ong sollevano dubbi sulla veridicità della versione ufficiale. Amnesty in un comunicato ha sottolineato che è “dovere dello Stato vigilare sui diritti delle persone private di libertà e non affrontare con forza eccessiva le loro richieste”. La mancanza di spiegazioni sulla morte di persone “in custodia dello Stato” fa sì che “il Governo di Nicolás Maduro sia il principale responsabile di queste morti”. Quanto avvenuto rappresenta, perciò, “un ulteriore esempio della violenza costante e dell’abbandono cui è sottomessa la popolazione carceraria in Venezuela”, conclude Amnesty.

Secondo l'Observatorio Venezolano de Prisiones la rivolta dei detenuti sarebbe scattata dopo una "retata" della polizia e l'uccisione di un detenuto: 

Venezuela, rivolta in carcere: 30 morti

 

Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 


Scrivi il tuo commento


Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
Vacanze
FERIE

In vacanza a settembre 3 italiani su 10

Come cambiano i flussi turistici: giovedì a Roma un convegno sulle prospettive di un settore-chiave (5% del pil)
SANITÀ

Muore per una semplice trasfusione

Secondo le prime indagini, alla base uno scambio d'identità
La certificazione del record (foto Ansa)
RECORD

Il profiterole da Guinness è Made in Italy

Per realizzare la torta i pasticcieri di Latina hanno usato novemila bigné. Il primato precedente era svizzero
Il Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte
GOVERNO

Conte II, giurano i sottosegretari

La cerimonia si è tenuta a Palazzo Chigi
Norcia, terremoto del 2016
TERREMOTO

Scossa 3.0 in Umbria

Quattro eventi nel giro di 20 minuti con epicentro a Norcia
PENSIONE

Riscatto laurea: si studia sconto anche per lavoratori pre-1996

La norma attuale prevede agevolazioni per chi versa i contributi da dopo il 1996. Nel 2019 già 32mila domande
Willy il Coyote e Bee-Beep - Foto © Looney Tunes
TELEVISIONE

Buon compleanno Willy il Coyote, 70 anni senza arrendersi

Il 16 settembre 1949 nasceva dalla penna di Chuck Jones il cartone animato-simbolo della ricerca della felicità
Farmaci generici
SOLIDARIETÀ | ROMA

Apre la farmacia di strada

I medicinali verranno distribuiti in Via della Lungara nell'ambulatorio di Medicina Solidale