MARTEDÌ 07 GENNAIO 2020, 11:34, IN TERRIS

SULLE ORME DI DON BOSCO

Alternanza scuola lavoro in oratorio

I Salesiani collaborano con le istituzioni scolastiche per realizzare progetti sociali di formazione dei giovani

GIACOMO GALEAZZI
Facebook Twitter Copia Link Invia Scrivici
I

n tutta Italia l'Oratorio Don Bosco, ente abilitato alla collaborazione con le istituzioni scolastiche, accoglie e realizza progetti per l'alternanza scuola-lavoro, nell'ambito delle proprie numerose attività di utilità sociale. In principio Don Bosco creò l’ Oratorio. Lo chiamò, per lungo tempo, con una parola semplice e diretta: catechismo”. Per il “Santo dei giovani” l’Oratorio voleva essere il luogo dove i giovani e i ragazzi, spesso lasciati al proprio destino e drammaticamente a rischio, potessero trovare dei padri che si prendevano a cuore la “salvezza” dei figli. In un clima di autentica famiglia: luogo dove ci si accoglie, ci si stima, ci si difende, ci si aiuta a crescere insieme, ci si ama, ci si orienta con passione verso gli stessi ideali, considerati vitali ed essenziali. E quando questa tensione verso le realtà più grandi ed eccellenti trova il livello più alto e riuscito della sua espressione, allora ci si accorge di esserci incontrati con Dio. Dallo studio dei documenti dell’anagrafe del Regno lombardo-veneto tra il 1815 e il 1865 al sostegno scolastico per ragazzi in difficoltà; dalla preparazione di una mostra sui bisogni del proprio territorio alla collaborazione nelle mense sociali. Il tutto senza dimenticare il vasto campo dell’animazione e formazione negli oratori. È la nuova frontiera, riferisce Avvenire, su cui, in forma sempre più convinta, si muovono parrocchie e diocesi: l’alternanza scuola-lavoro, 


Riforma 

Tra le novità della riforma scolastica c'è l'alternanza scuola-lavoro: gli studenti delle scuole secondarie devono svolgere nel triennio finale un percorso per favorire il proprio orientamento, valorizzando le aspirazioni e gli interessi personali, in rapporto con gli enti locali e con le diverse realtà istituzionali, culturali, sociali ed economiche che operano nel territorio. I Salesiani di Don Bosco sono presenti in 132 Paesi nel mondo e hanno le loro radici in un piccolo e periferico borgo contadino del nord dell’Italia chiamato i Becchi, in Piemonte. Ora porta il nome di Colle Don Bosco e si trova sotto il comune di Castelnuovo Don Bosco, nella provincia di Asti. Il percorso dell'alteranza scuola-lavoro prevede 400 ore per gli istituti tecnici e professionali e 200 ore nei licei da svolgere sia durante l’anno scolastico sia durante la pausa estiva. L’Oratorio Don Bosco, realtà di valore educativo e sociale, rientra giuridicamente tra gli enti che possono collaborare con le istituzioni scolastiche e offrire la sua collaborazione affinché l'esperienza di alternanza scuola-lavoro possa attuarsi anche nell’ambito delle proprie attività. "Assieme alle scuole creiamo progetti formativi individuali che possano favorire la crescita umana, culturale e professionale degli allievi", spiegano i salesiani che quotidianamente attualizzano il carisma del loro fondatore Don Bosco nelle odierne opportunità di servizio ai giovani. E aggiungono: "Ci siamo resi conto che la collaborazione con le scuole è strategica per creare alleanze educative per la crescita integrale dei giovani e per ‘incarnarci’ nel territorio in cui siamo. Collaborazione che è nata da una graduale conoscenza reciproca dall’ascolto dei bisogni dell’altro. I progetti di alternanza scuola-lavoro rappresentano una forma di collaborazione sistematica".


Settori 

Sono numerosi gli ambiti di intervento nei quali i salesiani operano per l’inserimento dei giovani attraverso l'alternanza scuola-lavoro. Musicale: canto, strumenti (soprattutto fiati, a corda e percussioni); sportivo: soprattutto calcio, ma anche volley, pallamano, basket, taeKwonDo, rugby durante l'estate;  informatico: sito, new media; amministrativo: segreteria, portineria, amministrazione; turistico-ristorativo: cucina per mensa scolastica-aziendale, bar, casa per ferie (alpino e marino); associazionismo e volontariato sociale. I salesiani in Italia hanno avuto il loro inizio con Don Bosco e con tanti giovani e benefattori che lo hanno affiancato e seguito. Ma all’origine c’è di più: "Con senso di umile gratitudine crediamo che la Società di San Francesco di Sales è nata non da solo progetto umano, ma per iniziativa di Dio", si legge nella costituzione che ha fornito all'ordine il suo inquadramento canonico. La prima casa salesiana fuori Torino fu aperta a Mirabello Monferrato, nel 1863, a cui fece seguito l’apertura dell’Opera di Alassio, in provincia di Savona. Nel 1875 viene aperta la prima casa fuori Italia, a Nizza in Francia, ma soprattutto si realizza la prima spedizione missionaria, destinazione Argentina (ad oggi ci sono state 150 spedizioni missionarie).

Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 


Scrivi il tuo commento

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
Preghiera del rosario
PRO VITA & FAMIGLIA

Genova: un rosario in piazza contro la blasfemia

Organizzato per pregare contro la cristianofobia e difendere l'identità religiosa
Ambulanza
L'ALLERTA

Coronavirus, primo caso in Germania

Si tratta di un cittadino bavarese, dato in buone condizioni ma in isolamento. Intanto sale a 106 il numero delle vittime
Il luogo dello schianto. Nel riquadro, i resti del velivolo
L'INCIDENTE

Afghanistan, giallo sullo schianto di un jet Usa

L'aereo è caduto in territorio talebano. Gli insorti: "Abbattuto un velivolo della Cia". Verifiche in corso
La pubblicità apparsa sul Grattacielo Pirelli
IL CASO

Milano, pubblicità di escort sul palazzo della Regione

Le immagini spuntano su una delle facciate del Pirellone. I consiglieri dem annunciano un'interrogazione
Stefano Bonaccini e Jole Santelli
IL VOTO

Emilia-Romagna e Calabria, le regionali in numeri

Affluenza alle stelle in Emilia, stabile nella regione del Sud. E i partiti di coalizione fanno il loro
Un carcere italiano
REGIONALI EMILIA-ROMAGNA

Nel carcere bolognese pochi detenuti hanno scelto di votare

Le ragioni dell'assenteismo spiegate dal responsabile della Comunità Educante con i Carcerati
NAPOLI

Corruzione e rivelazione segreti d'ufficio: 5 carabinieri in manette

Tre uomini dell'arma sono stati sospesi per un anno
I controlli alla stampa prima della conferenza stampa del ministro della Salute cinese a Pechino ieri - Foto © The Yomiuri Shimbun via AP Images
ALLERTA MONDIALE

Coronavirus, tutto quello che ancora non sappiamo

Aumentano i casi di contagio nel mondo. I morti salgono a 80

Consumo di droghe: necessario un osservatorio in ogni comune italiano

Siamo quelli che mangiano veg e comprano bio; siamo quelli che recitano il vangelo della sostenibilità e della...
I resti della Delta
CROTONE

Tragico schianto sulla statale Silana Crotonese

Una Nissan si è scontrata frontalmente con una Lancia
Sinisa Mihajlovic sulla panchina del Bologna
BOLOGNA

Mihajlovic ricoverato per terapia post trapianto

Il tecnico del Bologna era stato fatto oggetto di insulti a carattere politico nei giorni scorsi
Billie Eilish
LOS ANGELES | USA

Grammy, Billie Eilish entra nella storia nella notte dedicata a Bryant

Alicia Keys, in onore di Kobe, ha improvvisato la canzone "It's So Hard to Say Goodbye to Yesterday"
Uno pari, palla al centro

Centrosinistra 1 - Centrodestra 1. Palla al centro?

Bonaccini vince in Emilia Romagna dove il Pd frena la Lega; Santelli trionfa in Calabria. Spariscono i Cinque Stelle
Elezioni Emilia-Romagna
ELEZIONI REGIONALI

Calabria, vince la destra. L'Emilia-Romagna resta a sinistra

I commenti e le reazioni a caldo di tutte le forze politiche. Zingaretti: "Grazie sardine". Salvini: "Orgoglioso...
Alluvioni in Brasile
MINAS GERAIS

Alluvioni in Brasile: 44 vittime, 17mila sfollati

Il presidente Jair Bolsonaro ha assicurato che il suo governo sta facendo "tutto il possibile"
ITALIA

Il Ponte Morandi ci ha condannati. Ora chiediamo giustizia

A Interris.it parla Egle Possetti, Presidente del Comitato Vittime del Ponte Morandi