MERCOLEDÌ 21 SETTEMBRE 2016, 10:14, IN TERRIS

LIBANO, EMERGENZA RIFUGIATI SIRIANI: IL 70% VIVE SOTTO LA SOGLIA DI POVERTA'

A rivelare questa preoccupante statistica è il "Vulnerability Assesment of Syrian refugees"

EDITH DRISCOLL
LIBANO, EMERGENZA RIFUGIATI SIRIANI: IL 70% VIVE SOTTO LA SOGLIA DI POVERTA'
LIBANO, EMERGENZA RIFUGIATI SIRIANI: IL 70% VIVE SOTTO LA SOGLIA DI POVERTA'
Oltre il 70% dei rifugiati siriani in Libano vivono sotto la soglia di povertà e, per sopravvivere, possono contare esclusivamente sugli aiuti umanitari. A rivelare questa preoccupante statistica è  il "Vulnerability Assesment of Syrian refugees", il rapporto annuale della Nazioni Unite condotto dal World Food Programme, Unchr e Unicef.

Secondo il report dell'Onu, i rifugiati siriani registrati in Libano sono circa 1 milione, mentre la ricerca è stata condotta su 4950 nuclei familiari. "La situazione economica dei rifugiati non è deteriorata con la stessa intensità dello scorso anno ma sappiamo che ciò è dovuto agli aiuti esterni. Sarebbe ancora peggiore senza di essi", ha affermato Mireille Girard, rappresentante dell'Unhcr in Libano.

Quest'anno gli aiuti ai rifugiati siriani sono di circa 726 milioni di dollari, risorse che nascono nell'ambito del "Lebanon Crisis Response Plan", un piano umanitario gestito congiuntamente dalle Nazioni Unite e dal governo. Sempre secondo il rapporto, il 34% dei nuclei familiari dei rifugiati vivono in condizioni di profonda insicurezza alimentare, mentre l'anno scorso la cifra di famiglia indigenti si aggirava intorno al 23%. Il report ha anche evidenziato che il 4.6% dei bambini rifugiati sarebbero sottopeso, soprattutto le bambine, rispetto al 2.6% del 2013, l'ultimo anno in cui è stata misurata questa statistica.

Il rapporto giunge alla conclusione che la situazione alimentare avrà conseguenze di lungo termine sui bambini, sulla loro educazione e salute, a meno che non venga trovata presto una soluzione sostenibile in tempi brevi, che dovrebbe prevedere anzitutto un aumento degli aiuti da parte della comunità internazionale. Intanto, nella giornata di ieri, ad Urum al Kubra, nei dintorni di Aleppo, in Siria, un convoglio di aiuti della Croce Rossa Siriana (Crs) è stato colpito da uno strike condotto dalle forze aeree russe o siriane, uccidendo 12 persone, tra cui il Direttore organizzativo della Crs, Omar Barakat.
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
Andrea La Rosa
MILANO

Trovato morto l'ex calciatore La Rosa

Il 35enne era scomparso lo scorso 16 novembre: il suo corpo è stato rinvenuto nel bagliaio di un'auto
Spiaggia sul Tevere
IL PROGETTO

Tevere, una spiaggia a Ponte Marconi

La sindaca Raggi lo annuncia in Campidoglio: "Lido entro l'estate 2018"
Maria Elena Boschi
BANCA ETRURIA

Boschi: "Mai mentito al Parlamento"

Presidente della Consob: "Parlai della questione con lei"
Le
F1

Niente più "ombrelline" sulla griglia di partenza

Chase Carey: "Una giusta decisione per il futuro dello sport è necessaria"
Il premier italiano, Paolo Gentiloni
MIGRANTI

Gentiloni: "Le quote obbligatorie sono il minimo sindacale”

Il Premier al termine del V4: "Serve più impegno da parte della Ue"
Vladimir Putin
RUSSIA

Putin, un fiume in piena

Elezioni, economia e politica estera i temi affrontati in oltre 3 ore di conferenza stampa
Il vicepresidente Usa, Mike Pence
GERUSALEMME CAPITALE

Rinviata la visita di Pence

Viaggio spostato "di qualche giorno". Sulla decisione pesano anche le tensioni con la Palestina
Polizia
ORRORE A FOGGIA

Violenta la figlia davanti alla nipotina

Arrestato il padre di 48 anni per i reati di violenza sessuale aggravata e atti persecutori