Santo del giorno - SANTISSIMO NOME DI GESÙ

Il Santissimo Nome di Gesù fu sempre onorato e venerato nella Chiesa fin dai primi tempi, ma solo nel secolo XIV cominciò ad avere culto liturgico. Grande fondamento della fede è il Nome di Gesù, per il quale siamo fatti figli di Dio. La fede della religione cattolica consiste nella conoscenza e nella luce di Gesù Cristo; che è illuminazione dell’uomo, porta della vita, fondamento della salute eterna.
San Bernardino, aiutato da altri confratelli, sopratutto dal beato Alberto da Sarteáno, diffuse con tanto slancio e fervore tale devozione che finalmente venne istituita la festa liturgica. Bernardino inventò uno stemma dai colori vivaci, con cui rappresentare il Nome di Gesù. Esso era costituito dal trigramma IHS, inscritto in un sole dorato con dodici raggi serpeggianti sopra uno scudo azzurro. Riprodotto su una tavoletta di legno, lo stemma era posto sull'altare durante la messa e i fedeli erano invitati a baciarlo al termine. Nel 1530 Papa Clemente VII autorizzò l'Ordine francescano a recitare l'Ufficio del Santissimo Nome di Gesù. Giovanni Paolo II ha ripristinato al 3 gennaio la memoria facoltativa nel Calendario liturgico.
Nel Martirologio Romano, questa memoria è così definita: "Santissimo Nome di Gesù, il solo in cui, nei cieli, sulla terra e sotto terra, si pieghi ogni ginocchio a gloria della maestà divina". Queste parole sono tratte dalla Lettera ai Filippesi (2, 9-11).

Accadde oggi

3 Gennaio

1117 - Un tremendo terremoto devasta il Nord Italia causando circa 30mila vittime

1987 - Aretha Franklin è la prima donna inserita nella Rock and Roll Hall of Fame

 

Frase del giorno

"La paura può farti prigioniero. La speranza può renderti libero" (film Le ali della libertà)

Il Santo di domani: SANTA MARCELLINA, vergine