Santo del giorno - SANTI LUCIANO E MARCIANO

Luciano e Marciano sono dei santi di cui ci sono scarsissimi e contrastanti cenni agiografici. Nati ed allevati nel paganesimo, vivevano immersi nelle più abominevoli dissolutezze, quando piacque al Signore di riguardarli con occhio di misericordia e ritirarli dal baratro in cui erano precipitati.

In essi, l'onnipotente grazia del Signore ispirò loro l'amore della virtù ed un estremo odio ed avversione alle loro detestabili scelleratezze. Per far vedere, poi, con le opere, la sincerità della loro conversione, bruciarono in una pubblica piazza tutti i libri di magia, manifestando, con quest'atto, la rinuncia alle loro profane superstizioni.Coronarono, infine, la loro vita con il martirio a Nicomedia in Bitinia, l’odierna Turchia: si tramanda che siano stati messi al rogo sotto l’imperatore Decio, per ordine del proconsole Sabino.

 

Accadde oggi

26 Ottobre

1860I mille (nucleo dell'Esercito meridionale) di Garibaldi incontrano l'esercito dei Savoia a Teano, dopo aver conquistato il Regno delle Due Sicilie (Incontro tra Garibaldi e Vittorio Emanuele II)

1954Ritorno di Trieste all'Italia

Frase del giorno

“Al di fuori della misericordia di Dio non c'è nessun'altra fonte di speranza per gli esseri umani.”  (PAPA GIOVANNI PAOLO II)

Il Santo di domani: SAN LUIGI GONZAGA, religioso