Santo del giorno - SANTA MARTINA, Martire

Santa Martina martire (III sec.d.C.). Discendente di una nobile famiglia romana rimase orfana molto giovane e da allora si dedicò con tutto l'ardore della sua anima giovanile alle opere della cristiana pietà, distribuendo con la massima liberalità le ricchezze che i suoi le avevano lasciato in grande abbondanza. Non ci fu miseria che non soccorresse: nessuno mai bussò invano alla sua porta. Nei poverelli ella vedeva Gesù stesso, il Maestro Divino che aveva detto: "Quello che avrete fatto al minimo dei vostri fratelli, l'avrete fatto a me".

Poichè la carità era sconosciuta nel mondo pagano, ben presto si sospettò che Martina fosse cristiana fino a quando venne accusata pubblicamente. La giovane temendo quanto le poteva accadere, e che difatti le accadde, d'essere arrestata ed uccisa, distribuì immediatamente tutto quello che ancora le rimaneva ai poveri ed alla Chiesa, per avere in cielo quel tesoro che "i ladri non rubano e la tignola non intacca". Appena ebbe realizzato questo suo desiderio fu accusata e condotta davanti al preside romano.

Fu tentata in mille modi, le furono fatte promesse e minacce perché sacrificasse agli dèi dell'impero. Infine per aver rifiutato di fronte al tribunale di Alessandro Severo di sacrificare ad Apollo, dopo infiniti tormenti e prodigi da parte sua, fu condannata ad essere decapitata. Fu sepolta nella chiesa del carcere Mamertino assieme ai martiri Concordio, Epifanio e compagni. La più antica notizia su Martina è che papa Onorio I le dedicò una chiesa nel Foro.

Accadde oggi

30 Gennaio

1595 Romeo e Giulietta di William Shakespeare viene rappresentato per la prima volta

1948 Mahatma Gandhi viene ucciso da un estremista indù

Frase del giorno

"Non puoi scoprire nuovi oceani fino a quando non hai il coraggio di perdere di vista la spiaggia" (Anonimo)

Il Santo di domani: SAN PASCASIO RADBERTO, abate